Convegno sulla Diabesità: che cos’è e si può guarire?

1 dicembre 2018

1 italiano su 3 è in sovrappeso e 1 su 10 è obeso

Diabesità: che cos’è e si può guarire?


A Palermo il 1° dicembre un Convegno Medico Patrocinato dalla SINut

Obesità e diabete sono la conseguenza di uno stile di vita a lungo scorretto, tanto da potersi definire con un unico termine: “Diabesità”. Una risposta terapeutica arriva dalla Very Low Carb Ketogenic Diet, la dieta chetogenica, che oltre a non influire sulle terapie farmacologiche di tali pazienti, porterebbe alla regressione stessa delle malattie croniche e metaboliche come il diabete di tipo 2 o l’ipertensione.

  Palermo, sabato 1° dicembre 2018 –

 Obesità e diabete sono purtroppo due facce di una stessa medaglia, ovvero la conseguenza di uno stile di vita a lungo scorretto, caratterizzato da sedentarietà ed eccesso di alimentazione, tanto da potersi identificare con un’unica definizione di “Diabesità”. In Italia è sovrappeso oltre 1 persona su 3, obesa 1 su 10 mentre il 66,4% delle persone con diabete di tipo 2 è anche sovrappeso o obeso (Osservatorio salute 2017).

L’obesità purtroppo è una malattia cronica il cui trattamento è spesso più frustrante della malattia di base e la sua guarigione è rara, il calo di peso lento, la recidiva comune. Spesso l’approccio al trattamento si traduce in diete stressanti a basso apporto calorico, controproducenti per la salute, soprattutto per pazienti che già soffrono di complicanze croniche come lo stesso diabete con iperglicemia e complicazioni vascolari, l’ipertensione arteriosa o l’insufficienza renale. Qual è allora l’approccio dietetico ottimale per un calo ponderale che aiuti anche l’organismo a restare in salute e in forma? E soprattutto, è possibile guarire dall’obesità e dalle malattie croniche ad essa correlate?

Se ne parla a Palermo il prossimo 1° Dicembre 2018, dalle ore 8 alle 13 presso Palazzo Notarbartolo, via della Libertà 179/A, nell’incontro “La Dieta Chetogenica: dalla teoria alla pratica”.

L’evento, patrocinato dalla SINut, la Società Italiana di Nutraceutica, sarà articolato in due sessioni. Una prima parte, infatti, sarà focalizzata sugli studi più recenti legati all’applicazione della dieta chetogenica e sarà moderata da Riccardo Alessandro, ordinario di Biologiadell’Università di PalermoCorina Andreaa Baba, nutrizionista Università di Cordoba (Spagna) e dal dottor Manfredi Rizzo, Associato di Medicina Interna Università di Palermo e Consigliere direttivo Nazionale SINut.

Una seconda sessione sarà dedicata alla gestione pratica del malato sovrappeso e obeso, e a moderare gli interventi dei relatori sarannoSalvatore Corrao, associato Medicina Interna Università di PalermoPaola Di Natale, Psicologa e Psicoterapeuta, Angelo Maria Patti, dottore di ricerca Università di Palermo.

I relatori spiegheranno come un’accreditata alternativa per il trattamento dell’obesità sia il piano alimentare basato sulle diete ad apporto calorico molto basso (very low caloric diet, VLCD) che, quando concepite riducendo inizialmente prevalentemente i carboidrati rispetto a proteine e lipidi, inducono chetosi (Very Low Caloric Ketogenic Diet) e sono efficaci nella riduzione sia del peso in eccesso che della resistenza insulinica.

La Dieta Chetogenica è un approccio terapeutico all’obesità che è ritornato d’interesse per ricercatori, medici e scienziati. Curare l’obesità con i farmaci, quando lo stile di vita non cambia, è come curare un malato di polmonite che non smette di fumare sigarette.  È opportuno, poi, ricordare che l’ambito di utilizzo della dieta chetogenica è molto più ampio. Essa viene utilizzata con efficacia in neurologia per il trattamento dell’epilessia farmaco-resistente ma anche per l’emicrania, il Morbo di Parkinson, il Morbo di Alzheimer, la sclerosi laterale amiotrofica, i traumi cranici, alcuni tumori e patologie su base infiammatoria.

La VLCKD, di cui si parlerà nella giornata del 1° dicembre, è una dieta ipocalorica, ipolipidica e normoproteica che consente, in concomitanza con l’assunzione di alimenti funzionali, non solo di ottenere una riduzione della massa viscerale e della pressione sistolica, ma anche una regressione di alcune malattie croniche come il diabete di tipo 2, quello strettamente connesso con l’obesità.

La VLCKD, secondo recenti studi, tra cui lo Studio DIRECT condotto in UK (https://www.directclinicaltrial.org.uk/), è una vera e propria terapia dietologica che mette insieme la Nutraceutica e la Chetosi, un meccanismo naturale dell’organismo che si “attiva” per bruciare grassi quando si fa a meno di carboidrati.

PROGRAMMA SCIENTIFICO

8.00 Benvenuto e apertura dei lavori

Prof. Giuseppe Montalto

8.15 Scopo del Corso

Prof. Arrigo Cicero

Prof. Manfredi Rizzo

 8.30 PRIMA SESSIONE

Novità in tema di Obesità e Dieta Chetogenica

Moderatori:

Prof. Riccardo Alessandro

Dott.ssa Corina Andreea Baba

Prof. Manfredi Rizzo

8.30 – 8.50 Obesità e rischio cardiometabolico

Prof. Arrigo Cicero

8.50 – 9.10 Le basi molecolari dell’obesità

Dott.ssa Rosaria Vincenza Giglio

9.10 – 9.30 Una gestione moderna dell’obesità

Dott. Giuseppe Carruba

9.30 – 9.50 Dieta chetogenica: nuove applicazioni cliniche

Prof. Massimiliano Caprio

9.50 – 10.10 L’evoluzione della dieta chetogenica:

microbiota e qualità proteica

Dott.ssa Sabrina Basciani

10.10 – 10.40 Discussione

10.40 Coffee Break

11.00 SECONDA SESSIONE

Sovrappeso e obesità: la gestione pratica

Moderatori:

Prof. Salvatore Corrao

Dott.ssa Paola Di Natale

Dott. Angelo Maria Patti

11.00-11.20 Sovrappeso e obesità: la prevenzione

Dott.ssa Nicoletta Salviato

11.20-11.40 La gestione ambulatoriale

del sovrappeso e della obesità

Prof. Roberto Citarrella

11.40-12.00 La chetogenesi: dalla biochimica alla clinica

Dott.ssa Felicia Di Falco

12.00-12.20 Dalla teoria alla pratica:

il paziente ambulatoriale in trattamento VLCD

Dott.ssa Francesca Li Muli

12.20-12.40 Variazioni ponderali e riduzione del BMI

nel paziente trattato con VLCKD

Dott.ssa Giusy Mistretta

12.40-13.00 Discussione

13.00 Conclusioni

Prof. Arrigo Cicero

Prof. Manfredi Rizzo

Relatori

Prof. Riccardo Alessandro, Ordinario di Biologia, Università di Palermo

Dott.ssa Corina Andreea Baba, Nutrizionista, Università di Cordoba, Spagna

Prof.ssa Sabrina Basciani, Biologa Nutrizionista, Università La Sapienza, Roma

Prof. Massimiliano Caprio, Associato di Endocrinologia, Università San Raffaele, Roma

Dott. Giuseppe Carruba, Responsabile Ricerca e Internazionalizzazione, ARNAS Civico, Palermo

Prof. Arrigo Cicero, Presidente Nazionale SINut; Ricercatore di Medicina interna, Università di Bologna

Prof. Roberto Citarrella, Ricercatore di Endocrinologia, Università di Palermo

Prof. Salvatore Corrao, Associato di Medicina Interna, Università di Palermo

Dott.ssa Felicia Di Falco, Biologa Nutrizionista, Palermo

Dott.ssa Paola Di Natale, Psicologa, Psicoterapeuta, Palermo

Dott.ssa Rosaria Vincenza Giglio, Dottoranda di ricerca, Università di Palermo

Dott.ssa Francesca Li Muli, MMG, specialista in dietologia e medicina estetica

Dott.ssa Giusy Mistretta, Biologa, specialista in scienze dell’alimentazione

Prof. Giuseppe Montalto, Ordinario di Medicina Interna, Università di Palermo

Dott. Angelo Maria Patti, Dottore di ricerca, Università di Palermo

Prof. Manfredi Rizzo, Associato di Medicina Interna, Università di Palermo; Consigliere Direttivo Nazionale SINut

Dott.ssa Nicoletta Salviato, Responsabile Educazione e Promozione alla Salute, ARNAS Civico, Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.