Gli appuntamenti di Palermo Capitale della Cultura 2018

Dal 13 giugno al 6 agosto 2018

Un colore senza materia non esiste. Se in procinto di creare non si getta via il pennello, non c’è speranza di emancipare le tinte.

Al posto del pennello si potrebbe usare con profitto qualsivoglia strumento

A metà degli anni Cinquanta, l’artista giapponese Shozo Shimamoto, dalla piccola città di Ashiya (Hyogo) inizia la sua avventura con un lavoro creativo realizzato in pubblico, in un giar­dino dove lui e altri artisti realizzano opere, frut­to di un’attività performativa nella quale il fare l’opera è sincronico al contemplare del pubblico. Un’ampia retrospettiva sull’artista giapponese, a cura di Achille Bonito Oliva, si inaugura il 13 giugno alle 18 a Palermo, alla Fondazione Sant’Elia dove resterà fino al 6 agosto. “SHOZO SHIMAMOTO / SPAZIO NEL TEMPO” è un progetto della Fondazione Morra di Napoli con il supporto tecnico, logistico e organizzativo dell’Associazione Shozo Shimamoto, in collaborazione con la Fondazione Sant’Elia. Il progetto fa parte deiManifesta12/Collateral ed è inserito nel programma di Palermo Capitale Italiana della Cultura.

IL PROGRAMMA DI PALERMO2018 sul sito www.palermocapitalecultura.it

Albergo dei Poveri | 25 aprile –  9 settembre
E’ uno dei grandi della fotografia del XX secolo. I suoi scatti hanno narrato la disperazione e la tragedia delle guerre che hanno costellato il Novecento e le speranze di fronte alla fine dei conflitti. La mostra “Robert Capa – Retrospective” che si aprirà il 25 aprile all’Albergo dei Poveri a Palermo, ripercorre il lavoro di questo maestro della fotografia in un momento particolare: le celebrazioni dei 70 anni di Magnum Photos, di cui Capa fu fondatore insieme a Henri Cartier-BressonGeorge Rodger,David “Chim” Seymour e William Vandivert. Centosette gli scatti in mostra, tutti in bianco e nero, realizzati dal 1936 al 1954, l’anno in cui Capa morì, ucciso da una mina anti-uomo in Indocina. Tra le sezioni anche una dedicata alla Sicilia dove il fotoreporter raccontò la liberazione dell’isola da parte degli americani alla fine del secondo conflitto mondiale.
UN’ESTATE A TUTTA MUSICA
Da Ezio Bosso a Vinicio Capossela e Simona Molinari, gli appuntamenti istituzionali in cartellone. E Teresa Mannino racconta Verdi
 
Teatro di Verdura | giugno – settembre
Una rete di istituzioni musicali per un cartellone estivo che spazia dalla classica al rock, ospita personaggi internazionali – Vinicio CaposselaEzio BossoTeresa ManninoSimona MolinariMicha van HoeckeGiovanni Sollima, per citarne solo alcuni  -, schiaccia l’occhio all’improvvisazione, al racconto inedito, alla commistione tra i generi. E’ il cartellone istituzionale estivo del Teatro di Verdura che quest’anno è inserito in Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018: tredici spettacoli (e una prova aperta) proposti da Teatro MassimoOrchestra SinfonicaAmici della MusicaConservatorio Bellini e Brass Group, a cui si uniscono altre manifestazioni di solidarietà direttamente ospitate dal Comune di Palermo. Si comincia con le celebrazioni per il 204° anniversario dell’Arma dei Carabinieri, e si andrà avanti fino a settembre inoltrato. Su questo cartellone si innesteranno gli appuntamenti degli organizzatori privati proposti tramite il bando pubblicato sul sito del Comune, che scadrà il 27 aprile.

12 marzo – 11 dicembre | Teatro Massimo | Teatro Biondo | Unipa
 
Gli artisti del Teatro Biondo e del Teatro Massimo di Palermo incontrano la città per raccontare il loro lavoro, le pratiche della scena, le poetiche, la formazione.
Lezioni di Teatro è un progetto condiviso, a cura del Teatro Biondo, della Fondazione Teatro Massimo e dell’Università degli Studi di Palermo. Ospiti-protagonisti della rassegna nei prossimi mesi : Ottavia PiccoloClaudio CollovàEmma Dante, Vincenzo PirrottaJohn Turturro, Ricci/ForteEmanuele SeniciTeatrialchemici
 
LA VERITÀ DELLE COSE DI TROMBADORI
In mostra alla Gam, sessanta tra paesaggi e ritratti  
23 marzo – 2 settembre | Gam
​Siciliano di nascita, romano d’adozione, Francesco Trombadori è stato un artista dalle qualità sopra le righe. Paesaggista e ritrattista, mostra nella sua pittura quell’occhio sensibile figlio di un lasso di tempo che corre tra due grandi guerre: al pittore dedica un’ampia retrospettiva la Galleria d’arte Moderna che dal 23 marzo al 2 settembre ospita“Francesco Trombadori. Essenziale verità delle cose”. Vengono esposte circa sessanta tele, dipinte tra il 1915 e il 1961, provenienti da importanti collezioni pubbliche e private di tutta Italia; e inoltre, disegni, libri, cataloghi di mostre e articoli di giornale dall’archivio dell’artista, custodito nel suo studio a Villa Strohl-Fern. La mostra è a cura di Giovanna Caterina De Feo ed arriva a Palermo dopo essere stata allo GNAM di Roma. Dopo più di dieci anni dall’ultima mostra monografica nella sua città natale, Siracusa, Trombadori ritorna a far parlare di sé.

Continua a leggere 

DA NON PERDERE
 
Mostre
fino al 22 luglio | Same same but different | Museo Castelbuono
fino al 9 settembre | Robert Capa  | Real Albergo dei Poveri
fino al 23 settembre | Vincenzo Florio, l’artista | Real Albergo dei Poveri
Rassegne
fino al 14 settembre | Bias | vari luoghi di Palermo
CONSULTA SUL SITO, GIORNO PER GIORNO, L’ELENCO COMPLETO DEGLI APPUNTAMENTI IN CALENDARIO 
 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.