Navette gratis Palermo

navette gratuite (Palermoviva)Ottimo servizio quello delle due navette gratuite che hanno sostituito le precedenti linee verde e gialla a pagamento. Lo scopo di queste due navette è quello di offrire ai cittadini, ai turisti e alla gente della provincia, la possibilità di accedere al centro ed attraversarlo gratuitamente, lasciando l’auto privata fuori dal perimetro della zona a traffico limitato ZTL.
Le due linee sono collegate fra di loro e si interscambiano nei pressi di Piazza Indipendenza.
navettaLa prima, “Free Express” collega il parcheggio Basile, punto di arrivo dei pullman extraurbani e delle persone provenienti dalle periferie, con piazza Indipendenza. La frequenza è di una corsa ogni 10 minuti, la prima parte alle 6.20 e l’ultima corsa alle 21.10.

La seconda linea, “Free Centro Storico“, chiamata anche arancione, collega piazza Indipendenza a piazza del Cavalluccio Marino presso Porta Felice, percorrendo gran parte delle strade principali del centro storico. Questa linea ha una frequenza di una corsa ogni 11 minuti, la prima parte alle 6.35 e l’ultima corsa alle 21.00.

Una esperienza molto positiva che avvicina la città di Palermo agli standard europei con un spazzatura parcheggio basile navettavalore aggiunto la gentilezza e disponibilità dei conducenti.
Unica nota stonata l’incuria del Posteggio Basile, pieno di spazzatura.
Il palermitano come al solito non ha idea di cosa sia il bene comune, mentre l’Istituzione pare avere dimenticato che una volta istituiti, gli spazi pubblici vanno mantenuti puliti ed efficienti.

7 COMMENTI

  1. ¿sigue funcionando la ” navette centro storico” en septiembre de 2017?
    ¿se puede subir y bajar en cualquiera de las paradas?
    Gracias

  2. Con un gruppo di amici e vecchi compagni di scuola, da qualche mese a questa parte, dedichiamo il mercoledì ed il venerdì mattina a “rivedere la città”; i suoi musei, i suoi monumenti, i suoi percorsi storici; come gli alpini, uno alla volta: senza fretta e senza tregua. ABBIAMO RISCOPERTO CHE PALERMO E’ UNA CITTA’ MERAVIGLIOSA, SORPRENDENTE, STUPENDA, DI UNA BELLEZZA SCONVOLGENTE, PULITISSIMA, GENEROSA E SILENTE. CERTAMENTE NON HA NULLA DA INVIDIARE A NESSUNA ALTRA CITTA’ DEL MONDO. Negli ultimi anni si sono fatti incredibili passi da gigante. GRAZIE di cuore a chi ci ha lavorato tanto in silenzio, con intelligenza, coraggio, testardaggine, intensità e continuità. SCUSATE se ce ne siamo accorti soltanto ora. Grazie ancora. Pippo Con Vincenzo, Franco, Giovanni, Giovanni, Marcello, Marcello, Ignazio, Tony, Mario e tanti altri ….

  3. Bellissimo quello che si è fatto fino ad oggi. Non condivido come è stata abbandonata la linea che percorreva la Via Emiro Giafar . È rimasta solo la fermata con la sua pensillina. Se devi prendere la tran via per andare alla stazione devi salire il ponte e farti 1 Km. a piedi. Oppure fai 500 metri e sempre per la stazione centrale devi prendere 2 autobus. Chi ha adottato questo criterio non ama questa periferia….un po’ abbandonata dalle nostre istituzioni e cercata solo quando si deve votare! Solo allora si ricordano i nostri politici che in questa zona vi abita moltissima gente.

  4. Ogni persona ha una sua specifica responsabilità per ogni gesto, parola, pensiero che lascia su di se e sul prossimo, e sui beni di cui dispone grazie al lavoro di altri, come i beni pubblici.
    Nel silenzio centinaia di persone nobili e intelligenti fanno sacrifici enormi per salvaguardare l’ambiente, vissuto come santo perché permette la vita, per promuovere il rispetto della civiltà e della fierezza davanti anche a chi sosta a meravigliarsi del nostro patrimonio troppo vasto.
    Speriamo comunque in futuro di avere una città più silenziosa, più serena, con tantissimi mezzi a disposizione solo per coloro che pagano e che contribuiscono con il loro biglietto, altrimenti che siano gratuiti per tutti, come sono questi due…

  5. Sono pienamente d’accordo ad incentivare questo servizio, istituendo altre due linee il cui percorso dovrebbe coprire le direzioni: stadio/stazione centrale e stazione Notarbartolo/piazza Marina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here