I segreti del Carcere dei Penitenziati

Graffiti-Steri-3-700x466Tra i tanti tesori nascosti di Palermo uno dei più suggestivi è senz’altro il Carcere dei Penitenziati, ovvero le antiche sale di detenzione di Palazzo Steri, utilizzate dall’inizio del ‘600 alla fine del ‘700 dall’inquisizione spagnola per imprigionare, torturare ed uccidere tutti i cittadini scomodi per la vita sociale, politica e soprattutto religiosa dell’antica città di Palermo.

Graffiti SteriL’emozione di questo luogo è data soprattutto dalla forte testimonianza che, tramite le pareti ricoperte di graffiti e disegni ad opera degli stessi detenuti, arriva direttamente a noi e ci fa respirare l’atmosfera della vita da condannati.

I graffiti, in quanto espressione più sincera dell’arte, ci comunicano pensieri e stati

Graffiti-Steri-1632-700x466d’animo struggenti, che arrivano a noi in modo diretto, senza artifizi, opere realizzate nel buio per rimanere nel buio e che ci raccontano il dramma della prigionia più infame, perché spesso ingiusta.

Il museo è aperto  ogni giorno dalle 10.00 alle 18.00

VIDEO

3 COMMENTI

  1. Bellissimo articolo, ho avuto occasione di vedere le carceri dello steri qualche mese fa e ne sono rimasto incantato. Bellissime anche le foto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.