Piazza Ucciardone

Samu-miniatura_1-640x90

La piazza Ucciardone, oggi sede del carcere giudiziario di Palermo, si trova tra le vie Crispi, Scinà e Archimede e la piazza Giachery.

Anticamente era conosciuto come “piano dell’Ucciardone” ed era delimitato dal borgo e dalla chiesa di S. Lucia da un lato, dal convento della Consolazione dall’altro, mentre nei restanti versanti si trovavano campi coltivati e cave di pietra. Il nome Ucciardone con tutta probabilità proviene dal francese “Le chardon”, ovvero il cardo spinoso, che abbonda nei terreni incolti di tutta la Sicilia. Secondo un documento del 1549, conservato presso la Biblioteca Comunale, in cui il terreno è appunto menzionato come “planus cardonum” cioè piano dei Cardi, qui vi si portavano i buoi a pascolare, sino alla costruzione delle prigioni avvenuta nel 1837-40.

Un’altra ipotesi, sicuramente meno plausibile perché non supportata da alcuna documentazione, fa riferimento alla famiglia “Richarduni” o “Xarduni”, che viene menzionata in alcuni scritti relativi alla città e che potrebbero aver posseduto dei terreni in quella zona.

Il carcere dell’Ucciardone è ancora oggi la struttura carceraria più antica ancora in funzione a Palermo.

Ottieni i Percorsi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.