Via Andrea Chiaramonte

Samu miniatura_1

La via va da via Pietro d’Aragona a via Alfonso Giordano.

È intitolata all’ultimo grande rappresentante dell’importante famiglia normanna dei Chiaramonte, che giunse in Sicilia nel XI secolo al seguito di Roberto il Guiscardo e del gran conte Ruggero.

Non si è certi della paternità di Andrea Chiaramonte, anche se qualcuno lo reputa figlio di Manfredi III, uno dei quattro vicari che governò la Sicilia durante la minore età della regina Maria, legittima erede al trono di Sicilia in quanto figlia dell’ultimo re, Federico III, morto nel 1377. La regina si sposò nel 1391 con il giovane Martino, un potente nobile catalano figlio del duca di Montblanc, che rivendicò subito per sé il trono di Sicilia. Tuttavia i vicari e i baroni siciliani, in una storica riunione tenutasi a Castronovo il 10 ottobre 1391, respinsero le pretese del nuovo principe e giurarono fedeltà alla regina Maria.  La situazione non durò a lungo, nel marzo successivo, infatti, quando Martino giunse in Sicilia con la moglie Maria, il padre e un ampio seguito, i baroni resero vano il precedente giuramento, precipitandosi a rendere omaggio al nuovo re. L’unico a rifiutarsi e a tenere fede al proprio giuramento fu Andrea Chiaramonte, che era succeduto al padre nel ruolo di vicario. Questa sua decisione causò l’ira del re, che lo costrinse a rifugiarsi nel suo palazzo (oggi conosciuto come palazzo Chiaramonte-Steri), ed inviò contro di lui l’esercito per cingerlo d’assedio, al quale riuscì a resistere per un breve periodo grazie al suo piccolo esercito personale. La battaglia si concluse con la cattura e la resa del Chiaramonte, che fu costretto a dichiararsi sottomesso. Rinviato a giudizio egli fu dichiarato colpevole di ribellione e condannato a morte per decapitazione, sentenza che si svolse il 1° giugno 1392 nell’odierna piazza Marina, allora conosciuta come piano della Marina, proprio davanti al magnifico palazzo che era appartenuto a lui e ad i suoi avi.

Ottieni i Percorsi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.