Via Enrico Hassan

Samu-miniatura_1-640x90

La via Hassan è una traversa della via Portella della Ginestra.

Il nome di tale strada nasce da un clamoroso errore di trascrizione risalente al 1973, anno in cui si deliberò che la via fosse dedicata all’Emiro Hassan, che fu poi trascritto erroneamente come Enrico, dando vita, di fatto, ad un personaggio mai esistito se non nello sbaglio di qualche impiegato comunale.

Nella storia di Sicilia vengono ricordato tre emiri di nome Hassan (o più correttamente Hasan). Il primo fu al-Hasan ibn Alì, governatore dal 948 al 953, che fu nominato emiro di Sicilia dal sovrano Al-Mansùr e che fondò la dinastia kalbita, che regnò in Sicilia per circa un secolo. Tra i suoi meriti vi fu quello di rendere l’isola autonoma rispetto al potere centrale africano, nonché il conseguimento di alcune importanti vittorie belliche, come quella ottenuta in Calabria contro l’imperatore bizantino Costantino VII Porfirogenito.

Il secondo fu Alì ibn al-Hasan, figlio del precedente, che rimase in carica dal 970 al 982 e che morì in battaglia guadagnandosi il soprannome di martire. Durante il suo regno vi fu un notevole incremento delle arti e della poesia in Sicilia, segno che l’emiro incoraggiava tali attività.

Il terzo al-Hassan fu colui che iniziò la spartizione della Sicilia tra i vari signori arabi. Tale spartizione indebolì notevolmente le difese dell’isola e permise la penetrazione dei normanni.

Ottieni i Percorsi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.