Via Giuseppe La Masa

Autore:

Categoria:

La via La Masa va dalla via Mariano Stabile alla via Collegio di Maria al Borgo.

È intitolata al patriota e scrittore Giuseppe La Masa, nato a Trabia nel 1819 e morto a Roma nel 1881.
Fu un tenace avversario dei Borbone e fu continuamente perseguitato dalla polizia per via delle sue idee ed attività rivoluzionarie. Nel 1847, per sfuggire all’arresto si rifugiò a Firenze, dove si mise in mostra per alcune iniziative in favore dei siciliani. In particolare una volta, al teatro “La Pergola” di Firenze, alla fine del “Giovanni da Procida” di Niccolini, salì sul palco e recitò la poesia dal titolo “Saluto dei siciliani ai fratelli toscani”, che gli fece guadagnare il plauso del pubblico.
Tornato in Sicilia fu l’anima ed il cuore della rivolta. Fu il primo ad arrivare alla Fieravecchia il 12 gennaio 1848 per incitare i cittadini a ribellarsi. Dopo la restaurazione borbonica fu nuovamente costretto all’esilio, ma anche in questo caso non smise mai di lavorare in favore della spedizione alla conquista della Sicilia, accattivandosi il favore dell’opinione pubblica e dei governi italiani. Nel 1860 partì con i Mille da Quarto e dopo lo sbarco corse ad arruolare numerose squadre di “picciotti” che si affiancarono a lui e a Garibaldi lottando fino al Volturno. In seguito entrò regolarmente nell’esercito con il grado di maggiore generale. Fu anche deputato al Parlamento italiano.

Un monumento del Civiletti a villa Garibaldi ed una lapide a San Domenico ne ricordano la vita e le gesta.

Foto: Antonio Ilardo

Articoli Correlati

Via Emerico Amari

Via Principe di Belmonte

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile e redattore di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Polpetti murati

I Polpetti murati, ovvero i "Purpicieddi murati", devono il nome al metodo di cottura, in quanto cucinati assolutamente con il coperchio, quindi murati, cosa che...

Via del Parlamento

La via del Parlamento va dalla via Vittorio Emanuele alla via Alessandro Paternostro. Nel 1848, dopo la rivoluzione antiborbonica che ne sancì la cacciata (temporanea),...

Il Gelato di Campagna

Il Gelato di Campagna è un dolce tipico della tradizione siciliana, consumato soprattutto a Palermo nel periodo del Festino di Santa Rosalia. E' appena passato il...

Una via al giorno: Via Buonpensiero

La via Buonpensiero va dal muro di cinta del cimitero di S. Orsola alle vie G.B. Ughetti e Giuseppe Li Bassi. In questa via si...

Acqua e zammù

L'acqua e zammù (acqua con l'anice) è una bevanda rinfrescante tipica delle afose estati di Palermo. Tradizione palermitana Quando il caldo diventa opprimente, si ha voglia...

La tradizione dei Pupi Siciliani

La più tipica forma di intrattenimento “Made in Sicily” è classicamente l’opera dei pupi, antica forma d’arte che trova a Palermo alcuni dei suoi...