Le emozioni del Cunto di Salvo Piparo

Samuele Schirò firma 2

Il Cunto è una tecnica narrativa tipicamente siciliana che per secoli ha tramandato oralmente le grandi storie di eroi, di santi e di paladini. Oggi l’incontro con questa antica tradizione è portata avanti da artisti come Salvo Piparo, che con la loro recitazione sono in grado di farci rivivere le storie del passato utilizzando, a volte anche in chiave moderna, gli stessi versi e la stessa metrica che i nostri padri e i nostri nonni ci hanno insegnato a conoscere. La già grande emozione di tali eventi, è considerevolmente ampliata dalle indubbie doti recitative di Piparo, che nelle sue parole veicola in maniera efficace le sensazioni “cuntate” e le trasmette al pubblico coinvolgendolo totalmente. Fa tremare gli stomaci con la sua interpretazione dei ruoli drammatici, rovesciando poi le emozioni con uno spirito faceto che è caratteristico dei grandi attori del suo genere. Le sue storie parlano di re ed eroi, di S. Rosalia e di Garibaldi, di siciliani e di dominatori, ma soprattutto dei palermitani, e di tutte quelle caratteristiche che, nel bene e nel male, ci rendono un popolo unico al mondo, una gente degna di essere raccontata. Così Piparo e il suo Cunto uniscono il vecchio e il nuovo in una modernissima tradizione, che da sempre trova l’apprezzamento del pubblico, che non vede l’ora di scaturire in sonori e meritati applausi.

Oltre a perpetrare la tradizione siciliana, i cantastorie come Salvo Piparo ci permettono di rivivere delle sensazioni che credevamo ormai perdute, delle sensazioni che ci coinvolgono in una maniera che non riusciamo a spiegare, forse perché chi cunta Palermo e le sue tradizioni, in fondo sta parlando di noi.

Samuele Schirò

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.