Gole del Pollina

Gole del Pollina, tra Madonie e Nebrodi, Sicilia

Sabato 27 giugno 2020

Gole del Pollina (Madonie/Nebrodi)
di Giuseppe Ippolito

Tra le quote m 400 e m 300, il fiume Pollina scorre in un’ampia valle tra colline di arenaria, argilla e conglomerato, in un paesaggio vegetale che alterna sugherete, gariga arida di cisto, uliveti e macchia mediterranea. I paesi più vicini sono San Mauro Castelverde e Geraci Siculo. Il letto segna il confine geografico tra i monti Nebrodi e le Madonie ed è un susseguirsi di pozze e cascatelle, gradevole da percorrere con gli scarponi ai piedi e l’acqua che a luoghi raggiunge il ginocchio. La vegetazione è caratterizzata da elofite, piante che crescono con le radice nei sedimenti fluviali sommersi. Si incontrano fioriture di oleandro, uccelli, anfibi, rettili, granchi e libellule. Per un breve tratto il fiume scorre tra pareti rocciose sub-verticali che formano una gola. Qui l’acqua è profonda circa due metri e occorre procedere a nuoto con gli zaini su un canottino. Queste gole non vanno confuse con le più note e più frequentate Gole di Tiberio che si trovano qualche chlometro più a valle.



Programma

Raduno alle ore 7.30 in Piazza John Lennon (Piazzale Giotto) e partenza alle ore 7,45 per Castelbuono e proseguimento in direzione di Geraci Siculo. Si parte a piedi da quota m 500 circa, in sughereta, per scendere al fiume in corrispondenza di contrada Fico. Si percorrono circa quattro chilometri di letto fluviale in discesa fino al Ponte d’Ampolo. Dal ponte si risale alle auto seguendo strade sterrate. Rientro a Palermo previsto per le 19,00.

Scheda Tecnica
Natura del percorso: sentiero, sterrata e letto di torrente;
Dislivello: circa m 350 in salita e discesa;
Lunghezza complessiva km 8 circa;
Difficoltà: impegnativa, 3/4 omini;

Equipaggiamento: Scarponi da montagna (da bagnare) o scarpe da fiume (anche quelle da scoglio con cinghietta al tallone); pantaloni di tela leggera o pantaloncini, asciugamani o telo da mare, costume da bagno, zaino per il pranzo al sacco e l’acqua.

Nota: Per le caratteristiche del percorso si consiglia la partecipazione a persone ben allenate che si muovano con disinvoltura tra i massi di un torrente e in acqua.

Per lo spostamento in auto e durante l’escursione è richiesto di rispettare le attuali norme per il distanziamento sociale (COVID-19) per le quali si rimanda ad un foglio informativo che dovrà essere letto e sottoscritto dai partecipanti alla partenza.

Quota Artemisia: €10,00, gratuito minorenni; Condivisione spese di viaggio (per chi fruisce di passaggio): € 8,00;

Informazioni ed adesioni: prenotazione necessaria scrivendo o telefonando alla guida, Giuseppe Ippolito, 3403380245, artemisianet@gmail.com;

https://www.actaplantarum.org/glossario/glossario_view.php?id=315

Artemisia, società cooperativa a r.l. per il turismo sostenibile e l’educazione ambientale. Via Serradifalco, 119 – 90145 Palermo. artemisianet @ gmail. com, http://www.artemisianet.it




Data

27 Giu 2020
Expired!

Ora

07:30

Costo

€ 10

Organizzatore

Artemisia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here