Home eventi In Nativitate Domini. Il prezioso presepe di Ciminna con una collezione di Bambinelli e la Madonna del Gattopardo al Museo Diocesano di Palermo

In Nativitate Domini. Il prezioso presepe di Ciminna con una collezione di Bambinelli e la Madonna del Gattopardo al Museo Diocesano di Palermo

Dal 21 dicembre 2022 al 31 gennaio 2023

Il rinnovamento del Museo Diocesano di Palermo, riaperto poco più di un anno fa, prosegue con una mostra natalizia, voluta dal direttore mons. Filippo Sarullo, e con l’esposizione permanente di nuove opere dai depositi, selezionate dal curatore scientifico del museo prof. Pierfrancesco Palazzotto.

La mostra si integra con il piano nobile del Palazzo Arcivescovile offrendo ai visitatori l’opportunità di ammirare il prezioso Presepe in avorio del Polo Museale di Ciminna, attribuito alla famosa bottega trapanese di Andrea Tipa (1725-1766) nel terzo quarto del Settecento ed esposto a Palermo per la prima volta.

Gli fa da perfetta cornice il ciclo di affreschi pure settecenteschi del Museo Diocesano dipinti da Guglielmo Borremans con immagini legate all’infanzia di Cristo.

Ne “Le Stanze dei Vescovi”, si potrà ancora ammirare anche la prestigiosa collezione privata di Ciminna con circa 25 bambinelli in legno e ceroplastica del XVIII e XIX secolo, allestiti con stoffe ed ornamenti di corredo, così come erano in origine realizzati anche per la devozione privata nelle case dell’alta borghesia o dell’antica aristocrazia.

A questi si aggiunge anche il Salvator Mundi in legno attribuito allo scultore Filippo Quattrocchi (1738-1813), preziosa icona della chiesa della SS. Trinità detta del Carmine di Ciminna databile tra il 1775 e il 1785, e il Bambinello in ceroplastica dalla chiesa di San Giovanni del medesimo Comune, dei primi anni del XIX secolo.

Si ricorda la contemporanea esposizione permanente della grande tavola con il Seppellimento di Cristo del pittore fiammingo Simone de Wobreck, della seconda metà del Cinquecento, finora chiusa nei depositi museali e i due eleganti paliotti degli inizi del Settecento, ricamati in seta policroma e grani di corallo con le immagini della Presentazione di S. Rosalia alla Vergine col Bambino e della Trasfigurazione di Cristo, provenienti dalla chiesa palermitana intitolata alla Patrona, distrutta negli anni ’20 del XX secolo per la realizzazione della via Roma.

Ancora in relazione con la devozione privata dei Bambinelli in ceroplastica, fastosamente curati, è la tela mai esposta e salvata dalla dispersione, che, secondo la ricostruzione storica del prof. Palazzotto, fu commissionata dal principe Giulio Fabrizio Maria Tomasi di Lampedusa (1813-1885), bisnonno di Giuseppe Tomasi, autore del fortunato romanzo “Il Gattopardo”.

La Madonna del Gattopardo, esposta nella Sala Azzurra, è un piccolo quadro inedito e sconosciuto, dipinto nel 1872 da Giuseppe Mancinelli (1813-1875), autore tra le altre cose del Sipario del Teatro San Carlo di Napoli.

Il principe, alla cui figura rimanda il protagonista del volume, teneva molto alla pittura della Vergine in preghiera, cui pure erano molto devote le figlie che lo portavano con sé dal palazzo cittadino alla villa Lampedusa nella piana dei Colli di Palermo.

L’opera nell’allestimento permanente si lega perfettamente al ritratto di San Giuseppe Maria Tomasi (1717), esposto nella sala Gialla, che indica proprio una pittura devozionale privata con la Vergine nel soprapporta della sala precedente (Sala 26).

La mostra, a cura di Pierfrancesco Palazzotto, sarà prorogata fino al 31 gennaio 2023 secondo gli orari di apertura del Museo.

Il Museo Diocesano di Palermo e “Le Stanze dei Vescovi”, saranno aperti tutti i giorni, feriali e festivi con il seguente orario invernale:

Da lunedì a venerdì ore 9:00 – 14:00
Sabato ore 9:00 – 18:00
Domenica e festivi ore 9:00 – 13:00.

Info Museo Diocesano di Palermo:

via Matteo Bonello, 2 (Palazzo Arcivescovile di Palermo), accanto alla Cattedrale

0916077303, museo@diocesipa.it

www.museodiocesanopa.it

Date

21 Dic 2022 - 31 Gen 2023
Expired!

Location

Museo Diocesano (PA)
Category
QR Code

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.