Home eventi La storia del cinema italiano e internazionale, raccontata attraverso la musica, con la forza di una voce femminile e una armonica

La storia del cinema italiano e internazionale, raccontata attraverso la musica, con la forza di una voce femminile e una armonica

13 agosto 2022

Parco Urbano di Finale di Pollina




GIUSEPPE MILICI QUARTET  

FEATURING GIULIANA DI LIBERTO 

IN “PLAYS SOUNDTRACK” 

L’armonicista e la cantante portano  

al teatro Parco Urbano di Finale di Pollina una performance che ripercorre in musica la storia del cinema  

La storia del cinema italiano e internazionale, raccontata attraverso la musica, con la forza di una voce femminile e una armonica. 

Questa la magia artistica che porterà in scena il Giuseppe milici quartet, featuring Giuliana Di Liberto, il 13 agosto alle 21,30 al teatro Parco Urbano di Finale di Pollina, in occasione del concerto intitolato “Plays soundtrack”, ovvero un percorso che riprende in musica la storia del “grande schermo”. 

Milici, impreziosito dalla presenza della straordinaria solista Giuliana Di Liberto, eseguirà un repertorio di colonne sonore di alcuni tra i più  importanti compositori italiani e americani che hanno portato le loro creazioni dentro i film. In scaletta brani di Ennio Morricone per “Nuovo Cinema Paradiso”, Henry Mancini per “Colazione da Tiffany”, Louis Bakalov per “Il Postino” e tant altri. Il concerto prevede anche  l’esecuzione di alcune colonne sonore di cui lo stesso Milici è autore.  

«Abbiamo scelto con cura  – dice il sindaco di Pollina Pietro Musotto – lo spettacolo per la festa della Madonna della Lettera di Finale, che vede coinvolti grandi professionisti». 

 

Oltre a Milici e a Di Liberto, sul palco anche: Roberto Gervasi alla fisarmonica, Giovanni Conte al pianoforte, Pietro Zarcone al basso, Sebastiano Alioto alla batteria. 

L’ingresso è gratuito, fino a esaurimento posti, che sono 1500.




Data

13 Ago 2022

Costo

Gratis

Luogo

Pollina (PA)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here