‘Festa du Triunfu’ a Ciminna

Autore:

Categoria:

Foto da www.agoraciminna.it
Foto da www.agoraciminna.it

8 Dicembre  2014
si festeggia l’Immacolata

la ‘Festa du Triunfu’, dedicata alla Vergine Maria ha più di duecento anni. I festeggiamenti cominciano alle quattro del mattino, con la veglia durante la quale i paesani si ritrovano per mangiare  insieme salsiccia o ‘a ‘nfriulata’, una focaccia ripiena di carne tritata di maiale, cipolle  e spezie  e bevono vino. Nella notte si tiene una processione con una statuina della Madonna e, si accendono fuochi con legna che si è accatastata la notte prima.

Qualche Notizia sulla “Festa du triunfu”.

La festa dell’Immacolata é molto sentita da tutto il popolo Ciminnese con una ampia partecipazione a tutte le funzioni religiose e alla processione per le vie del paese.

La storia di detta processione si presume tragga origine dall’avvenimento svoltosi nel lontano 1781. I frati del Convento di San Francesco D’Assisi di Ciminna, avevano commissionato la statua lignea dell’Immacolata allo scultore per il giorno 7 di dicembre, vigilia della festa dell’Immacolata Signora.

Il popolo, impaziente per il ritardo della consegna di detta statua, spinto dalla devozione, andò incontro con fanali, torce di cera, etc. ai portatori della “gran cassa” contenente il simulacro.

Caricatosi quindi la statua, la portarono in trionfo fino a Ciminna e per le strade maestre fino alla chiesa dove il popolo, alla vista dell’immagine, meravigliato, altro non fece, con incessanti lacrime, che ringraziare IDDIO.

Da quel giorno in poi a Ciminna si svolge in interrottamente ogn’anno “U Triunfu” (che consiste appunto nel portare in trionfo per le vie del paese una piccola statua dell’Immacolata ricordando l’evento del 1781), accompagnata dalla banda musicale, canti popolari e da una moltitudine di gente e preceduta dalla fiaccolata di “mazzuna” e di falò “Vampe”.

La processione ha inizio dalla chiesa di San Francesco alle ore 04,00 circa, dopo aver sfilato per le vie del paese ritorna in detta chiesa.

da http://www.partecipiamo.it/

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

12,037FansLike
478FollowersSegui
567FollowersSegui
Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Caponata di carciofi

I carciofi sono ortaggi molto apprezzati e usati nella cucina siciliana. La Caponata di carciofi è una variante invernale della conosciutissima Caponata di melanzane...

La Chimica Arenella, storia di un’eccellenza perduta

Il nome di Chimica Arenella forse non dirà niente ai più giovani, mentre qualcuno forse ne ricorderà le vicende passate, purtroppo molto spesso costituite...

La chiesa nascosta sotto la Cappella Palatina

Dentro il Palazzo dei Normanni, fiore all’occhiello di Palermo, si trova la semi sconosciuta Chiesa di Santa Maria delle Grazie, spesso impropriamente scambiata per...

Cassata siciliana al forno

La cassata siciliana al forno è un dolce buonissimo di pasta frolla che racchiude un ripieno cremoso di ricotta di pecora e gocce di cioccolato fondente, una variante della...

Da dove viene il termine Locco?

Dopo aver analizzato le origini del termine Babbasone, andiamo a ricercare le origini di un altro aggettivo molto popolare a Palermo. Locco è un...

Pasta con tonno e mollica tostata

La pasta con tonno e mollica tostata è un primo piatto buonissimo, facile ed economico. Un classico primo piatto da fare velocemente, quando arrivate...