Giornate FAI d’Autunno a Palermo

Autore:

Categoria:

Sabato 13 e Domenica 14 ottobre

Due giornate per scoprire l’itinerario a tema, ideato dalla Delegazione FAI Palermo, interamente dedicato all’acqua con visite, a contributo libero, al Castello a Mare, al Porticciolo turistico della Cala, all’Ecomuseo del Mare e alla foce del Fiume Oreto, al secondo posto della classifica nazionale dei Luoghi del Cuore FAI.

 sabato 13 e domenica 14 ottobre 2018

 Un weekend in cui soffermare lo sguardo, spesso sfuggente e distratto, sulle bellezze poco conosciute e inaccessibili, grazie agliitinerari tematici e alle aperture speciali proposti dal FAI – Fondo Ambiente Italiano. L’occasione saranno le Giornate FAI d’Autunno, in programma sabato 13 e domenica 14 ottobre 2018, evento realizzato dalle Delegazioni FAI e dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva fino al 31 ottobre.

In accordo con la campagna #salvalacqua, che il FAI promuove per sensibilizzare i cittadini sul valore di questa risorsa preziosa ma sempre più scarsa, i volontari della Delegazione FAI Palermo accompagneranno i visitatori lungo l’itinerario “L’acqua tra storia e scienza”: un affascinante percorso che si snoda lungo la costa, nel tratto compreso tra il Castello a Mare e il fiume Oreto.

L’acqua tra storia e scienza” è un interessante itinerario – afferma Sabrina MiloneCapo Delegazione FAI Palermo – che si snoda lungo la costa, nel tratto compreso tra il Castello a Mare e l’Ecomuseo del Mare, passando per il fiume Oreto,  per  raccontare  il legame profondo che la nostra città ha da sempre avuto con l’acqua e promuovendo, attraverso un’attenta divulgazione scientifica,  il valore di questo bene prezioso che necessita di una giusta tutela attraverso una buona informazione. La foce del fiume Oreto, durate queste Giornate, diventerà scenario di tante attività, atte a far rivivere un luogo per troppo tempo dimenticato, oggi tra i siti più votati dei Luoghi del Cuore, grazie al contributo di tutti i cittadini che amano Palermo”.

PROGRAMMA

  1. CASTELLO A MARE

Il castello a Mare di Palermo è stato edificato, a partire dal X secolo, durante la dominazione musulmana, su un lembo di terra a nord dell’imboccatura del porto della “Qala”. Alte mura perimetrali contornavano una grande piazza d’armi di forma trapezioidale e un mastio turriforme che si trovava al centro di tale vasta spianata interna. Il castello a mare era stato potenziato in più occasioni ma raggiunse la sua maggiore potenza nel 1535, quando, dopo la visita a Palermo dell’imperatore Carlo V, si ritenne necessario arricchirlo di ulteriori fortificazioni. Nel castello abitò, per breve tempo, il Viceré (nel 1517) e in esso si trovavano le carceri per i nobili e i rei di lesa maestà. Durante le insurrezioni ottocentesche i borbonici usarono i cannoni sugli spalti del castello per sparare contro la popolazione inerme insorta, così dopo l’ingresso in città del “liberatore” Garibaldi, nel 1860, fu iniziato un lento smantellamento, mai del tutto completato. Dal Castello a Mare attraverso la piazza delle Armi si raggiungerà la Cala.

Sabato 13 ottobre: 10 – 17 (ultimo ingresso ore 16:30)

Domenica: 10 – 17 (ultimo ingresso 16:30)

Indirizzo: via Filippo Patti, 25

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto Camillo Finocchiaro Aprile.

  1. LA CALA

La Cala è un arco di mare compreso fra la via Crispi e il Foro Italico e corrisponde al porto più antico della città di Palermo. Furono per primi i Fenici a sfruttare questa insenatura naturale, nella quale sfociavano i fiumi Kemonia e Papireto. Il bacino era protetto a est dal Castello a Mare. Il molo venne costruito fra il 1300 e il 1445 e rimase il principale approdo della città fino al XVI secolo, periodo in cui iniziò lo sviluppo portuale delle zone dei quartieri di Santa Lucia (l’attuale Borgo vecchio) e di Sant’Erasmo. Solo sabato 13 ottobresarà possibile visitare la base nautica della Lega Navale, sezione Palermo Centro.

Apertura

Sabato 13 ottobre: ore 10 -13.30

Domenica 14 ottobre: ore 10 -17

Indirizzo: via Messina Marine 328

Visite guidate in collaborazione con la base nautica della Lega Navale Italiana – sezione Palermo Centro.

  1. FIUME ORETO

L’Oreto, chiamato in epoca araba Wadi al-Abbas, è un fiume siciliano che scorre nella Valle dell’Oreto e con un bacino che si estende nei territori dei comuni di Altofonte, Monreale e Palermo. Lungo circa 20 chilometri, ha la sorgente a sud di Palermo, nella cosiddetta Conca d’Oro, lungo la dorsale del Monte Matassaro Renna, da qui in poi scorre verso la periferia sud del capoluogo siciliano per andare a sfociare nel Mar Tirreno. La foce è visibile dal ponte del lungomare Sant’Erasmo. Corso d’acqua a carattere torrentizio, anche nei mesi più caldi conserva un deflusso sufficiente per la presenza di molte sorgive lungo il proprio corso e per la ricchezza della falda che lo alimenta.

Visita guidata in collaborazione con la Cooperativa Turistica Terradamare, Associazione Culturale Up Palermo e Comitato Salviamo l’Oreto. Segue breve escursione alla foce del fiume, con una sessione di Birdwatchig, è utile essere in possesso di un binocolo o di macchina fotografica fornita di adeguato zoom. E’ consigliato un abbigliamento adeguato con calzature comode.

Apertura

Sabato 13 ottobre: 10 –17(ultimo ingresso ore 16.30)

Domenica 14 ottobre: 10 – 17 (ultimo ingresso ore 16.30)

  1. ECOMUSEO MARE MEMORIA VIVA

L’ecomuseo Urbano “Mare Memoria Viva” è uno spazio di culture e relazioni che nasce da un lavoro di ricerca e comunità sulla memoria e sul presente del rapporto tra la città di Palermo e il mare. A seguito di un lavoro fatto lungo i quartieri della fascia costiera per delineare una mappa di comunità del fronte mare di Palermo si è creato uno spazio con lo scopo di mappare luoghi significativi del territorio, raccogliere storie, fotografie, video e ricette, organizzando attività e incontri in spazi pubblici e luoghi di aggregazione.

All’interno degli spazi del museo verranno organizzati dei laboratori scientifici e brevi seminari a cura di: INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), DiSTeM (Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare), Associazione Geode, Università di Palermo con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche (STEBICEF) e il Dipartimento di Ingegneria Idraulica, MarEdù (Servizi Educativi Ecomuseo Memoria Viva)

Apertura

Sabato 13 ottobre: 10 – 17 (ultimo ingresso ore 16:30)

Domenica 14 ottobre: 10 – 17 (ultimo ingresso ore 16:30)

Indirizzo: via Messina Marine 27

All’accesso di ogni bene sarà richiesto un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento – a questi ultimi sarà destinata eccezionalmente la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno dedicate visite esclusive, accessi prioritari ed eventi speciali. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it nel mese di ottobre.

Dal 1975 il FAI difende la bellezza d’Italia. Per sempre per tutti.

www.fondoambiente.it

Dal 1975 il FAI si impegna ogni giorno per proteggere la bellezza del nostro Paese e per raccontarla agli Italiani di oggi e a quelli di domani

CON IL PATROCINIO DI

Comune di Palermo, Assessorato Regionale del Territorio e dell’ Ambiente, Università agli Studi di Palermo, Polo Museale Salinas, Lega Navale Palermo Centro.

SI RINGRAZIA PER IL SUPPORTO LOCALE

Il Sindaco di Palermo, L’Assessore Regionale del Territorio e dell’Ambiente , Il Magnifico Rettore dell’Università di Palermo, Il Presidente dell’Autorità Portuale di Palermo,Sovrintendenza Beni Culturali, La Direttrice del Polo Museale “A.Salinas”, Sovrintendenza Beni Culturali La Responsabile servizio musei e spazi espositivi del Comune di Palermo, Il Presidente e i soci della Lega Navale Palermo Centro – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) Sezione Palermo, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche (STEBICEF) Dipartimento di Chimica Analitica – Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare (DiSTeM) – Facoltà di Ingegneria Civile – Dipartimento di Ingegneria Idraulica – Associazione Geode Cooperativa Terradamare – Comitato Salviamo l’Oreto- Associazione Culturale Up -Palermo, MarEdù ( Servizi Educativi Ecomuseo Mare Memoria Viva).

IMPORTANTE: Verificare sul sito quali sono i luoghi aperti dal FAI, gli aggiornamenti su modifiche di orari, eventuali variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse e la possibile chiusura anticipata delle code in caso di grande affluenza di pubblico:https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/

Le Giornate FAI d’Autunno 2018 tornano il 13 e 14 ottobre

www.fondoambiente.it

Sabato 13 e domenica 14 ottobre, in occasione delle Giornate FAI d’Autunno hai un’opportunità da non perdere: puoi visitare i 30 Beni FAI aperti al pubblico a fronte di un contributo libero.

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare anche...

Capretto in umido con funghi

La carne di capretto non è un tipo di carne che tutti amano forse per il suo odore forte che in siciliano si definisce "di...

Orecchiette con broccoletti siciliani

Le orecchiette con broccoli sono un primo piatto delizioso, della cucina italiana. In realtà è un piatto pugliese realizzato con le cime di rapa, ma che noi in...

Paste di mandorle al limone

Mandorle e limoni, sono due frutti che in Sicilia non possono mai mancare, i dolcetti  che oggi vi propongo, sono buonissimi profumatissimi e facili...

Palazzo Jung

Nell’antico “Stradone d’Alcalà, chiamato anche strada di S.Antonino, l’odierna via Lincoln (arteria che rappresentò per oltre due secoli l’elemento di cerniera tra la città...

Santa Lucia: Arancine, panelle e cuccìa…

Quella di Santa Lucia è una festa molto cara alla città di Palermo, anche se la santa è patrona di Siracusa. La festa si...

Alici marinate

Le alici conosciute anche col nome di acciughe, sono pesci azzurri ricchi di Omega-3, di minerali, proteine, quindi ottimi per la nostra salute. Possiamo mangiarle...