Il Palermo campione di inverno “da oggi parla inglese”

Autore:

Categoria:

29 Dicembre 2018 il Palermo calcio parla inglese, il tanto aspettato closing si è materializzato così come previsto nel preliminare del 30 Novembre scorso, rispettando i termini prefissati , sbaragliando quei commenti di giornalisti che nei giorni passati si erano cimentati in innumerevoli e inutili articoli intrisi di scetticismo sulla presunta veridicità di questa operazione.

Sul sito del Palermo calcio il comunicato ufficiale. La Sport Capital Group Investments Ltd ha ufficializzato il passaggio del 100% delle azioni del club rosanero. Il nuovo Consiglio d’Amministrazione è formato dal presidente Clive Richardson, dall’amministratore delegato, Emanuele Facile, e dal consigliere, John Treacy. Nei prossimi giorni è prevista l’assemblea dei soci per aumentare il capitale fino a 20 milioni di euro. In virtù di ciò Maurizio Zamparini saluta il Palermo, dopo tanti anni di successi, ma anche di periodi bui, lasciando ad oggi il Palermo primo in classifica e campione di inverno, dopo la vittoria con il Cittadella.

Lascia una squadra solida e coesa con un allenatore in gamba e un direttore sportivo di grande rispetto come Rino Foschi, quel direttore che insieme a Zamparini diede inizio al calcio che conta a Palermo, costruendo squadre di tutto rispetto con giocatori che hanno fatto le fortune del Palermo e di altre squadre.  Ricordiamo tra i tanti nomi Miccoli, Amauri, Dybala, Cavani, Corini, Liverani, Ilicic,  Zaccardo, Barzagli, Grosso e Toni (questi ultimi quattro campioni del mondo con la nazionale italiana nel 2006) e tanti altri. Non dimenticheremo mai quello che ha fatto a questa città Maurizio Zamparini, grazie di tutto.

Adesso inizia un nuovo ciclo, il destino ha voluto gli inglesi. Guarda caso quegli inglesi che fecero arrivare questo sport a Palermo agli inizi del secolo scorso. Tutto nacque per caso, ci ricorda la storia. A quell’epoca vi erano frequenti incontri tra l’alta borghesia palermitana e il mondo britannico. Il 1º novembre 1900 Ignazio Majo Pagano, un giovane che aveva conosciuto il calcio in Inghilterra decise di importare questo nuovo sport a Palermo. Lo propose ai soci dello “Sport Club” di via Mariano Stabile, luogo di ritrovo dei giovani dell’alta società cittadina e nacque così l’Anglo-Palermitan Athletic and Foot-Ball Club. I colori sociali furono fissati in rosso e blu colori di una divisa da football che Majo Pagano aveva portato con sé dall’Inghilterra.

Come primo presidente fu nominato il vice console britannico a Palermo Edward De Garston, come primo allenatore George Blake e il primo campo fu messo a disposizione dalla famiglia Whitaker.

Gli inglesi iniziarono e adesso continuano le vicende di questa società sportiva.

I tifosi rosanero si aspetto molto, da questa nuova avventura. La prima tappa di questo nuovo cammino è quella di ottenere la serie A già da quest’anno, e poi procedere con gli altri progetti e investimenti che i nuovi proprietari sono propensi a portare aventi, quali il centro sportivo e il nuovo stadio. A questo punto non ci resta che riavvicinarci alla squadra,  riempire lo stadio e trasmettere tutto il calore possibile per dare un grosso  contributo alla galoppata verso la serie A, Forza Palermo.
Giuseppe Leone

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

12,825FansLike
478FollowersSegui
567FollowersSegui
Giuseppe Leone
Giuseppe Leone
Architetto libero professionista, amante di Palermo, della sua arte, della sua cultura, dei colori rosanero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

L’Ammiraglio Gravina, il palermitano che affascinò Napoleone

Tra i personaggi illustri della nostra città, merita senza dubbio una menzione Federico Carlo Gravina, principe di Montevago, palermitano di nobili origini che fece...

Borghi dei Tesori. Nasce il network di 42 piccoli comuni siciliani sotto l’egida delle Vie dei Tesori

PALERMO. Dai siti archeologici alle fortezze saracene, dalle miniere abbandonate alle concerie fantasma, dai castelli aggrappati al cielo agli acquedotti seminterrati, dagli ipogei ai...

Ma quanto è buono il pane a Palermo!?

Il pane è buono dappertutto, e in ogni luogo ha la sua forma, il suo sapore, la sua tradizione. Come non ricordare il famoso...

Un anno di Covid

Esattamente un anno fa, il 25 febbraio 2020, abbiamo avuto in Sicilia il primo caso di coronavirus, una turista bergamasca in visita a...

Le Catacombe dei Cappuccini

Chi visita il cimitero sotterraneo dei Cappuccini si appresta a compiere un viaggio a ritroso nel tempo e nello spazio, certo, ma soprattutto in...

Pasta al ragù siciliano

Quando ero bambina uno degli odori che mi svegliava nelle fredde domeniche d’inverno era quello del “ragù siciliano”. Mamma si alzava alle sei del mattino...