Palermo brucia…ultimi focolai

Autore:

Categoria:

15,943FansLike
478FollowersSegui
580FollowersSegui


incendio-1La prima ondata di caldo dell’estate ha letteralmente trasformato, Palermo in uno scenario apocalittico. La colonnina di mercurio  ha fatto segnare, temperature superiori ai 40 gradi. Numerosi roghi sono cresciuti a dismisura nelle montagne che circondano la città e, alimentati dal forte scirocco, hanno già bruciato diversi ettari di boschi e prati. A giudicare dall’inferno scaturito ieri, possiamo tranquillamente identificare questa serie di incendi come i più gravi degli ultimi anni.

Oltre agli incendi di Monreale e Bagheria, che hanno causato attimi di paura e l’evacuazione delle scuole, i roghi più vasti hanno interessato numerosi comuni delle Madonie, tra cui Lascari, Gratteri, Collesano e tutta la zona di Cefalù.  Evacuate scuole e sospesi i ricoveri programmati all’Ospedale Giglio di Cefalù.
Purtroppo si sono avute notizie di feriti.
Fiamme anche a Partinico, Montepellegrino, l’Arenella e l’Addaura.

Sembra assurdo, ogni anno, dover commentare sempre le stesse notizie relative ad incendi e devastazioni boschive. Purtroppo sembra ormai diventata una specie di tradizione.

vigili del fuocoDifficile è stato anche l’intervento dei vigili del fuoco, impegnati a pieno organico su più fronti, anche fuori dalla provincia di Palermo.

Purtroppo Palermo non è nuova ad episodi del genere, ma forse è lecito chiedersi in che modo simili situazioni possano essere evitate.

Indaga, ovviamente, la Procura, per l’origine quasi sicuramente di natura dolosa.

Non sono ancora del tutto spenti gli incendi in Sicilia, ma, come conferma la Protezione Civile l’emergenza sta lentamente rientrando, a Palermo, ancora qualche rogo sulla sommità di Monte Pellegrino, due canadair sono ancora al lavoro.

Palermo brucia

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile, redattore e fotografo di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Il giardino della Cuncuma a Palermo

Forse oggi è una rarità poter ascoltare la parola Cuncuma in un discorso comune tra le nuove generazioni, giocoforza la lentissima ma inesorabile scomparsa...

[Palermo] ACQUA. Lavori Amap ed Enel. Disservizi in città e nella zona nord-ovest della provincia

A causa di alcuni lavori concomitanti di Amap ed Enel sull'adduttore Jato e alla condotta proveniente dall'invaso di Piana degli Albanesi, nella gioranta di...

Carusi, addevi e picciriddi: i bambini in Sicilia

Sono molti i modi in cui chiamiamo i bambini in Sicilia. Dipende dalle diverse province dell’isola dove il termine bambino cambia, pur mantenendo lo...

La Sala delle Donne

A Palermo in passato non erano molti i luoghi pubblici dedicati solo alle donne. Eppure pochi sanno che ve ne era uno in particolare...

Jack Churchill: L’ufficiale che sbarcò in Sicilia con arco e spada

Che qualcuno sia sbarcato in Sicilia armato di spada, arco lungo e frecce, non è certo una novità nella storia millenaria della nostra isola....

Le Sorgenti del Gabriele

Ad est dell’aeroporto di Boccadifalco, ai piedi della “conigliera”così conosciuta dai palermitani, sotto la via Umberto Maddalena,  sorgono le Sorgenti del Gabriele dall’arabo Garbel...