Presepe semovente di Cinisi

Autore:

Categoria:

13,528FansLike
478FollowersSegui
576FollowersSegui

presepe-semovente-cinisi-8Dall’8 dicembre 2018 al 27 gennaio 2019

Presso il salone Comunale in piazza V.E. Orlando, Comune di Cinisi (Palermo)

Presepe artistico Semovente – mostra delle arti e della tradizione siciliana – realizzato da Lorenzo e Giacomo Randazzo in collaborazione con l’associazione “ Arte e Tradizione” e il Comune di Cinisi

63° Presepe artistico Semovente di Giacomo e Lorenzo Randazzo
-mostra delle arti e della tradizione siciliana

L’ Ass. culturale Arte e Tradizione presenta Il Presepe artistico Semovente presso il
Salone comunale in piazza V.E. Orlando – Comune di Cinisi

Aperto tutti i giorni dalle 17:00 alle 20:00
Sabato,Domenica e festivi dalle 16:30 – 20:30
E’ possibile visitare il presepe in altri orari su prenotazione, chiamare al 3496331968.

Presepe delle arti, dei mestieri e della tradizione Siciliana in miniatura (in scala 1:10) ricco di particolari e personaggi semoventi meccanizzati. Si estende per oltre 60 metri quadrati.

E’ un’esposizione in miniatura di grande rilevanza storico-culturale nella quale la magica atmosfera del Natale è in perfetta armonia con la rappresentazione dei mestieri, delle arti e della tradizione siciliana, in gran parte in via di estinzione.
E’ realizzata in miniatura (in scala 1:10) con materiali reali (tufo, pietra, ceramica, legno, ferro) a partire da una ricerca meticolosa e da uno studio approfondito della storia della tradizione siciliana. I personaggi, attraverso dei meccanismi curati nei minimi particolari, riproducono i movimenti tipici dei diversi mestieri che si rappresentano quali il fabbro, il falegname, il calzolaio, la ricamatrice e la filatrice, la senia e il mulino, i carretti siciliani, il ricottaio, il forno, il tornio, i muratori etc.
In questo contesto scenografico si inserisce l’evento della Natività. Ciò avviene senza troppo clamore, in una stalla appena fuori dall’abitato, quasi a voler rafforzare l’idea che l’importanza e la grandezza del Natale è insito nello stesso modello di vita della povera e umile gente, fondata sui valori dell’onestà e della solidarietà. La Natività è realizzata in movimento con la Madonna che culla instancabilmente Gesù bambino.
Caratteristici del presepe semovente sono gli usi e i costumi della tradizione siciliana, dalla vacca cinisara al carretto siciliano, dal cibo tipico con pane, fichi d’india, cannoli, ricotta e l’estratto di pomodoro all’abbigliamento siciliano con coppole e gilè, dall’opera dei pupi alla raccolta dei limoni.

LA STORIA
E’ stato realizzato per la prima volta nel 1955 dal padre dell’artista, Lorenzo Randazzo, con pochi elementi e di modeste dimensioni. Dopo circa trenta anni, l’iniziativa è stata ripresa dall’autore odierno, Giacomo Randazzo, che dal 1988 realizza il presepe ogni anno nei locali del Comune di Cinisi, rappresentando un punto di riferimento continuo nel panorama delle iniziative culturali del Comune di Cinisi e della Regione Siciliana. Attualmente è esposto presso i locali comunali in piazza V.E. Orlando a Cinisi.

PREMI E RICONOSCIMENTI
Nel corso degli anni ha ricevuto numerosi premi in concorsi regionali e nazionali, soprattutto per la fedeltà della riproduzione in miniatura e per le realistiche animazioni meccaniche. E’ stato inserito nel Registro delle eredità Immateriali (R.E.I.) istituito dalla Regione Sicilia, a salvaguardia del patrimonio culturale dell’umanità secondo le indicazioni dell’Unesco.
Particolari del presepe artistico semovente sono stati esposti a Licata (Ag), a S.Giuseppe Jato (Pa), a San Cipirrello (Pa), all’ aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo, ad Aprilia (LT), a Villagrazia di Carini (Pa), a Mondello (Pa), alla rassegna di presepi di Trabia (Pa), alla rassegna di presepi a Termini Imerese (Pa), al comune di S. Piero Patti (Me), a Palazzo Bonocore a piazza Pretoria a Palermo, a Castellamare del Golfo (Trapani), alla mostra internazionale del presepio “Presepi dal mondo in Arena” presso l’arena di Verona e alla “Mostra dei 100 Presepi” a Roma.

BIOGRAFIA DELL’AUTORE
Giacomo Randazzo, classe 1952, vive ed opera a Cinisi. La sua principale attività è quella di artigiano, realizza lavori in ferro battuto e pezzi meccanici. E’ scultore di opere in ferro, in pietra di tufo e in ceramica. Realizza il presepe artistico Semovente dal 1988.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.giacomorandazzo.it oppure la pagina facebook Presepe artistico semovente di Giacomo e Lorenzo Randazzo oppure chiama al 3496331968.

 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

La storia della manna in Sicilia

La storia della manna in Sicilia ha radici molto antiche, risalgono probabilmente agli arabi che importarono nella "terra del sole" i frassini da manna,...

Villa Trabia

Com'è abbastanza noto, sin dal XVII secolo presso l'aristocrazia siciliana, che possedeva già sontuosi palazzi a Palermo, si era affermata la consuetudine di costruire...

Bonus cultura: una guida per aiutare i diciottenni a capire come utilizzarlo

Come usare il bonus Cultura 18app? È un'iniziativa del Ministero per i giovani ed è dedicata a promuovere la cultura! Se sei nato nel 2002 e...

Chiesa del Carmine: dentro il cuore di Ballarò

Quante volte, da ragazzo, sono passato davanti al portone della chiesa del Carmine senza accorgermi della sua esistenza? Gli anni della prima adolescenza, quando...

L’urna con le ossa di Santa Rosalia

Fra qualche giorno ricorrerà il 397° festino della nostra amatissima patrona Santa Rosalia, ma anche quest’anno ci toccherà rinunciare alla sfilata del carro trionfale...

Rosalia Sinibaldi “la Santuzza”, Signora di Palermo

Rosalia Sinibaldi non è soltanto un’immagine ritratta in uno dei quadri presenti all’interno della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis, né una rappresentazione lapidea che...