Raffaele Di Maggio, il Forrest Gump Siciliano

Raffaele Di MaggioRaffaele Di Maggio è un quindicenne disabile, perché affetto da deficit intellettivo-relazionale. È dislessico, legge e scrive con difficoltà, persino alcuni movimenti gli risultano difficili, ma quando indossa le scarpette e canotta, e scende in pista, corre veloce come il vento.
Sembrerebbe il personaggio di un romanzo e invece si tratta di un ragazzo comune, che frequenta una delle tante scuole medie presenti nella provincia di Palermo e che lo scorso 16 marzo ha vinto i Campionati del Mondo per Disabili nei 60 metri piani, battendo anche il record italiano assoluto. Proprio così, Raffaele corre anche più veloce dei suoi coetanei normodotati, e questo è un fattore interessante, specie se si considera la giovane età del ragazzo e la prospettiva di partecipare alle più alte manifestazioni sportive internazionali.

Il suo talento è stato scoperto da un professore, quello assegnato al suo sostegno, che per risollevarlo nei momenti più difficili, lo portava in palestra per svagarsi un po’. Da qui, dopo vari tentativi con diversi sport, la sensazionale scoperta che, nonostante i difetti nella postura e nella coordinazione, Raffaele Di Maggio corre, e va anche forte.
Insomma si tratta di un “Normale ragazzo Disabile”, che nonostante i suoi disturbi nell’attenzione e nell’apprendimento, è un vero grande talento, con un cuore immenso, l’accento siciliano e umiltà da vendere.
Ovviamente le sue gare sono seguite da osservatori ed esperti a livello nazionale e non solo, e mentre Raffaele insegue il sogno della maglia azzurra, gli italiani (e specialmente i siciliani) sperano che dalla terra di Totò Antibo, nasca un’altra grande promessa dell’atletica mondiale, che possa portare grandi soddisfazioni per le strade della nostra città.

Foto: Il Fatto Quotidiano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.