Stalking a Palermo

Autore:

Categoria:

stalking1Chiamerò per comodità Silvia e Luigi i due protagonisti, che si ritrovano a lavorare nello stesso ufficio a Palermo.
Luigi ha avuto un incarico dirigenziale e Silvia è una delle sue collaboratrici, tra i due nasce una storia d’amore che presto si trasforma in una relazione. Lei è divorziata con un figlio, lui è sposato.
La relazione diventa sempre più coinvolgente finché Luigi si separa dalla moglie: ha veramente perso la testa per Silvia. La loro storia dura all’incirca cinque anni, alla fine Silvia decide di troncare perché non si ritrova più in questa relazione e qui iniziano i problemi. Intanto a lui è scaduto il mandato del suo incarico e lascia quindi l’ufficio, ma non vuole arrendersi all’idea di avere perso Silvia.

Cerca di recuperare il rapporto, con telefonate, con qualche invito a cena,  ma Silvia è ormai decisa a non ricominciare più la relazione. Evidentemente nella mente dell’uomo scatta qualcosa, perché apparentemente è sempre lo stesso uomo impegnato nel lavoro, ma contemporaneamente comincia a molestare Silvia. Telefonate continue, sms sul cellulare, invio di mazzi di fiori sia a casa che in ufficio, appostamenti mattutini sia a casa che in ufficio, pedinamenti, in un crescendo che lo porta a causare danni all’auto di lei, peraltro nuova, del tipo, rottura continua degli specchietti retrovisori, graffi alla carrozzeria, forzatura del tappo del serbatoio della benzina per inserire liquidi che hanno lasciato in panne la donna, fino ad arrivare a qualche schiaffo violento per strada, solo perché Silvia non vuole stare ad ascoltarlo.
Tutta questa storia continua per ben quattro anni, ormai nulla ferma Luigi, che si munisce persino di un binocolo per poter spiare meglio la donna durante i suoi appostamenti.
Silvia che ormai fa vita da reclusa, comincia a temere per l’incolumità sua e di suo figlio, un amico cerca di aiutarla prendendola la mattina a casa per accompagnarla in ufficio,  e riprenderla poi in ufficio per riportarla a casa; tutto questo accresce ancora di più la rabbia dell’uomo che una mattina blocca i due per strada, Silvia e il suo amico lo respingono, e Luigi di denuncia per aggressione. E’ troppo!!! Silvia a questo punto decide di denunciarlo. Intanto la polizia, a seguito della denuncia di Luigi, convoca Silvia e il suo amico per l’interrogatorio,  ma li rilascia subito e archivia tutto, perché capisce che non ci sono elementi che sostengono l’accusa. Si prende sempre più coscienza di avere a che fare con un pazzo.
La denuncia di Silvia fa scaturire pedinamenti a Luigi da parte degli inquirenti che cominciano filmare e a fotografare l’uomo cogliendolo in flagrante. stalker Il magistrato, ancora prima dell’apertura del processo, dopo aver visionato gli atti, dà il divieto dimora a Luigi. Inizia quindi il processo, nel frattempo il  Parlamento approva la legge che riconosce lo stalking reato grave, e prevede la reclusione da sei mesi a quattro anni.
Per la prima volta Silvia dopo tanti anni di incubo, vede filtrare un raggio di sole. Ricomincia a uscire, anche se il timore di ritrovarsi l’uomo accanto non l’abbandona, non è facile riprendere a vivere normalmente dopo tanti anni di persecuzione.
Ad oggi il processo non si è ancora concluso e si aspetta ancora l’esito finale di questa vicenda.
Quante donne si trovano o si sono ritrovate nella stessa situazione della nostra amica? E quale è stata la soluzione? Potete se volete dire la vostra e magari essere d’aiuto a chi è in difficoltà.

                                                                                                                       Ariam

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

12,815FansLike
478FollowersSegui
567FollowersSegui
Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Borghi dei Tesori. Nasce il network di 42 piccoli comuni siciliani sotto l’egida delle Vie dei Tesori

PALERMO. Dai siti archeologici alle fortezze saracene, dalle miniere abbandonate alle concerie fantasma, dai castelli aggrappati al cielo agli acquedotti seminterrati, dagli ipogei ai...

Ma quanto è buono il pane a Palermo!?

Il pane è buono dappertutto, e in ogni luogo ha la sua forma, il suo sapore, la sua tradizione. Come non ricordare il famoso...

Un anno di Covid

Esattamente un anno fa, il 25 febbraio 2020, abbiamo avuto in Sicilia il primo caso di coronavirus, una turista bergamasca in visita a...

Le Catacombe dei Cappuccini

Chi visita il cimitero sotterraneo dei Cappuccini si appresta a compiere un viaggio a ritroso nel tempo e nello spazio, certo, ma soprattutto in...

Pasta al ragù siciliano

Quando ero bambina uno degli odori che mi svegliava nelle fredde domeniche d’inverno era quello del “ragù siciliano”. Mamma si alzava alle sei del mattino...

La Sicilia torna in zona gialla

Da lunedì mattina la Sicilia sarà zona gialla. Nessuna deroga per domenica di San Valentino come chiedeva il governatore Musumeci. Il cambiamento rispetto alla...