ospedale-civico-palermoViaggi, auto, cene e denaro, ecco i regali che Giuseppe Castorina, titolare della ditta di forniture mediche Med Line srl, dispensava a beneficio dei suoi ”amici” Mario Re, primario della Rianimazione del Civico e Giustino Strano, ex responsabile della camera iperbarica del nosocomio.
Il pm Amelia Luise ha chiesto la condanna a otto anni di carcere sia per Mario Re che per Giustino Strano accusati di aver organizzato una truffa,  ai danni dell’azienda ospedaliera Civico di Palermo.
Attraverso finte fatture, per giunta gonfiate, veniva richiesto materiale sanitario che in parte non veniva mai consegnato all’azienda o era materiale che non sarebbe mai stato utilizzato e di conseguenza buttato via.
Spreco sopra spreco ai danni di noi contribuenti e nelle tasche di chi di certo non ha problemi economici.
La stessa inchiesta questa che portò agli arresti il famoso Marcelletti.
Sotto inchiesta anche altri dipendenti dell’azienda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.