Corso dei Mille

Autore:

Categoria:

Samuele Schirò firma 2

Il corso dei Mille va dalle vie Garibaldi e Milano fino alla via Giardina.

La denominazione attuale risale al 1968, quando si decise di unificare sotto lo stesso nome 18 diversi tratti di strada che insieme formavano il percorso odierno. Questi tratti erano Montesanto, Serraglio Vecchio, Buonriposo, S. Giovanni dei Lebbrosi, Capomaestro, Settecannoli, Torrelunga, Cappello, Allegra, Roccella, Coglitore, Compagnone, Guarnaschelli, Regia Corte, Favara, Balate, Croceverde e Giardina.
La nuova denominazione è stata data in onore dei garibaldini che, nella notte tra il 26 e 27 maggio 1860, percorsero effettivamente questa strada nella loro marcia verso Palermo ed il loro ingresso in città attraverso la Porta di Termini.
Il nome ufficiale dell’armata, formata da 1088 elementi, era “Cacciatori delle Alpi”. Si trattava di soldati provenienti da tutta Italia, di cui solo 43 erano siciliani. La provincia che invece fornì il maggiore apporto di uomini, fu Bergamo (190 uomini), che da allora fu anche conosciuta come “La città dei Mille”.
Alla spedizione, partita da Quarto nella notte tra il 5 e il 6 maggio 1860, si unirono in Sicilia circa 4000 “picciotti”, che per tutta risposta furono chiamati “Cacciatori dell’Etna” dal loro comandante Giuseppe La Masa. Gli storici concordano che, senza il loro massiccio intervento, difficilmente l’impresa di Garibaldi sarebbe riuscita.

[mappress mapid=”391″]

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

11,165FansLike
478FollowersSegui
557FollowersSegui
Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile, redattore e fotografo di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

I nettascarpe, pezzetti di storia quasi dimenticati

Passeggiando per il centro storico di Palermo, ma anche negli altri centri storici siciliani, non è raro imbattersi in dei curiosi arnesi metallici piantati...

Oratorio serpottiano di San Mercurio

L’oratorio di San Mercurio deve il suo nome ad un curioso equivoco. Infatti fu costruito nella seconda metà del ‘500 nel luogo dove esisteva...

Urgente! Il Policlinico Paolo Giaccone ricerca personale OSS

Il Policlinico di Palermo cerca con urgenza personale OSS per sostituire e integrare i dipendenti già in servizio per fronteggiare emergenza Covid-19 Bando Fac-simile...

Come prenotare un tampone gratuito on-line

16 novembre 2020 La Regione Siciliana ha avviato un progetto per il tracciamento del contagio da Covid-19 sulla cittadinanza residente sul territorio regionale, attraverso periodiche...

Una notte al Covid hospital di Palermo

Spesso non ci rendiamo davvero conto di cosa c'è, di cosa si prova e come ci si sente dentro ad un reparto Covid. Come...

Enna: storia di una città tra mito e realtà

Anticamente era il centro del culto di Demetra-Cerere e della figlia Kore-Persefone, divinità della terra legate alla fertilità e all’attività agraria. Le fonti classiche...