Via Regione Siciliana: si cambia in tre corsie!

Lavori in corso in Viale Regione Siciliana

Viale Regione Siciliana a tre corsiePalermo 15/04/2019. Dopo Pasqua al via il rifacimento del manto stradale in Viale Regione Siciliana che trasformerà la carreggiata a tre corsie oltre a quella di emergenza: una di queste sarà utilizzata da mezzi pesanti, autobus e taxi, gli altri due corridoi serviranno per gli altri autoveicoli. In pratica verranno  ridisegnate le corsie, sfruttando i dodici metri complessivi di larghezza di ciascuna carreggiata.
L’obiettivo è quello di fluidificare il traffico soprattutto negli orari di punta, in quella che è considerata una delle strade più congestionate della città.
L’intervento delle squadre di RAP e AMAP dovrebbe avvenire prevalentemente nelle ore notturne per non interferire il traffico, dunque attenzione a chi percorrerà questi tratti stradali nelle ore notturne a partire dal 23 aprile fino a metà agosto quando i lavori dovrebbero essere terminati: si interverrà sul manto stradale e sulla segnaletica orizzontale.
Solo a settembre comincerà la circolazione su tre corsie.  I limiti di velocità rimarranno invariati, cioè sostanzialmente 70 km/h escluso i tratti dove il limite è a 30 Km/h (presso i ponte Corleone) e 50 Km/h in prossimità del sottopassaggio di via Leonardo Da Vinci.

Le carreggiate saranno così suddivise in:
– corsie riservata per mezzi pesanti, autobus e taxi da 3,5 metri
– corsie d’emergenza da 2,5 metri
– due corsie di marcia da 3 metri l’una.

Sull’intervento proposto sono già state sollevate numerose perplessità e polemiche. Se riuscirà a snellire il traffico sarebbe il successo sperato, insieme alla diminuzione dei rischi di incidenti. Qualcuno giustamente sostiene che sarebbe stato più urgente abolire i semafori all’altezza di via Perpignano e del Piazzale Giotto, per favorire un migliore scorrimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.