Come ormai molti di voi sapranno, il presidente cinese Xi Jinping ha incluso Palermo, come tappa privata della sua storica visita in Europa.
Questa breve comparsa del capo di stato cinese, probabilmente la figura più importante ad aver visitato Palermo in tempi recenti, apre tutta una serie di scenari possibili nel campo degli investimenti, delle collaborazioni internazionali e del turismo.

Lo stesso presidente Xi Jinping, salutando la Sicilia, ha detto che questa sua visita aprirà le porte ad un nuovo flusso di turisti cinesi, che fino ad ora hanno considerato Palermo solo come una tappa italiana marginale, dopo Roma, Venezia, Firenze etc. Il risultato potrebbe essere, secondo quanto riportato dai quotidiani, anche l’istituzione di una nuovo volo diretto per Palermo, che dovrebbe partire dalla Cina 3 volte la settimana.
Tale scenario ovviamente rafforzerebbe il potenziale turistico dell’intera Sicilia, che potrebbe aiutare le città dell’isola a sfruttare al meglio l’enorme potenziale storico-culturale troppo spesso trascurato e mal valorizzato.

Dal punto di vista economico invece gli scenari non sono ancora chiari. Sebbene le istituzioni locali si siano prodigate per accogliere al meglio Xi Jinping, la sua visita potrebbe non avere sviluppi diretti nei rapporti economici tra Sicilia e Cina, scongiurando tutte le speranze ed i timori di chi credeva che questo fine settimana potesse dare avvio ad una nuova età dell’oro imprenditoriale trainata dagli investimenti dei colossi asiatici.
Tali scenari sono per il momento da valutare, in attesa di primi sviluppi concreti, tuttavia il solo incremento dei flussi turistici, è una notizia da non sottovalutare, dato che potrebbe spostare numerosi equilibri nei flussi turistici nazionali.
Per dare un’idea dei potenziali effetti di questi nuovi numeri, diciamo solo che i due monumenti più visitati al mondo, sono la grande muraglia e il museo nazionale di Pechino, grazie alla nuova “fame” turistica del popolo Cinese.

La visita di Xi Jinping sarà un vantaggio per la Sicilia? Cosa ne pensate?

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.