Realizzare un video fantastico con i 7 migliori consigli per il travel vlogging

Autore:

Categoria:

Oggigiorno in rete impazzano i vlog dedicati soprattutto ai viaggi. Realizzare un buon vlog di viaggio richiede una buona capacità narrativa, ma anche una certa abilità di post editing, con delle opzioni grafiche quali per esempio riuscire a creare l’immagine trasparente sullo sfondo, cosa che è facilmente realizzabile grazie a numerose piattaforme in versione gratuita o Premium online.

Andiamo a vedere insieme quelli che sono i migliori 7 consigli per realizzare il tuo vlog viaggio in maniera che diventi piacevole e super seguito.

1. Continuità narrativa e storytelling

Sia che tu decida descrivere un unico posto o di fare un reportage di un intero viaggio, hai bisogno di definire se vorrai realizzare un solo video o più vlog. Nel caso di più vlog i vari video dovranno essere correlati tra di loro da una continuità narrativa .

La continuità narrativa è importante anche all’interno di un solo video. Questo infatti deve essere divertente, raccontato con chiarezza in modo che coinvolga e interessi il pubblico.

Il vlog di viaggi può contenere al contempo sia delle tue esperienze personali che qualche informazione che vada a descrivere il luogo che mostri. Questo darà un plus a chi lo guarda. Ricorda solo di mantenere un giusto equilibrio, non cadendo troppo nel dottrinale.

2. Fare tante riprese

La ripresa non deve essere necessariamente continuativa: nessun grande regista ha mai girato tutto un film con un solo ciack. Puoi fare più video che poi deciderai di montare insieme in un prodotto finale, in fase di post produzione. Cambia tipologie di piani di ripresa. Arricchisci le tue riprese con panoramiche e poi punta sui dettagli: ogni elemento parla di un luogo e regala una sensazione.

Riprendi il più possibile: farai una scelta di quello che ti serve in un secondo momento. È sempre meglio scartare ciò che non ti serve, piuttosto che trovarsi a corto di materiale.

3. Punta alla qualità

Oggi giorno i video online sono sempre più qualitativamente elevati. Se decidi di rendere pubblico il tu vlog punta alla qualità. Fai in modo che il tuo volg abbia una buona risoluzione video, delle buone riprese sia a livello di inquadratura che di luce.

Video di buona qualità sono fattibili anche grazie ad iPhone o smartphone: se poi hai una struttura più professionale, riuscirai a ottenere risultati appaganti.

4. L’importanza dell’audio

L’audio è una parte importante di un Vlog viaggi: deve essere chiaro. Quindi tenta di registrarlo nella migliore condizione possibile, evitando elementi come il vento, il rumore di sottofondo e pulendolo ulteriormente dopo, con applicazioni che ti permettano di agire sull’audio stesso.

Potresti anche decidere, per avere una migliore qualità, di girare semplicemente le immagini e aggiungere l’audio in un secondo momento. In quel caso potresti registrare l’audio al chiuso, evitando ogni forma di sporcatura e potendo lavorare ancora meglio sulla definizione del suono.

Nell’audio è compresa anche la musica: pezzi di sola musica e immagine o di sottofondo sotto la tua voce, creeranno un effetto emozionale maggiore. Scegli dei brani adatti alla narrazione delle immagini e, durante il parlato, fai in modo che il suo volume sia equilibrato alla tua voce.

5. Fai un buon lavoro di post editing

Com’è importante l’attività di ripresa, è sicuramente altrettanto importante anche l’attività di montaggio e di post – editing. Con questa puoi elaborare più video e realizzare un prodotto dinamico e interessante con una narrazione continua, le cui caratteristiche però devono essere:

  • Avere una narrazione logica
  • Essere chiaro.
  • Avere una qualità di immagine.
  • Avere una qualità di suono

Puoi intervallare anche con degli elementi grafici rendendolo ancora più originale.

6. Cura gli elementi grafici

Non dimenticarti che la copertina, come il titolo sono degli elementi fondamentali. Sono elementi che andrai a identificare soprattutto in post produzione. Alcuni elementi grafici quindi come il titolo o come un saluto finale vanno elaborati graficamente: esistono numerosi programmi molto facili che ti permetteranno di gestire questi aspetti.

7. Parole chiave e descrizione

Una volta che tu caricherai in rete il tuo video di viaggi, ricordati di presentarlo sempre con una breve descrizione di testo, soprattutto se lo inserisci su piattaforme come YouTube. Analizza con attenzione le parole chiave, che ti aiutino a indicizzarlo e posizionarlo bene nella ricerca della piattaforma stessa dove deciderai di trasmetterlo.

La rete è sempre più ricca di contenuti interessanti e qualitativamente elevati, quindi se vuoi anche tu raccontare le tue esperienze e far sì che questo possa diventare un hobby continuativo o addirittura un’attività, punta sempre sull’originalità, sulla spontaneità e sulla empatia. Oltre alla qualità questi sono elementi basici per questa tipologia di video, dove racconterai le tue esperienze in un preciso luogo. L’obiettivo del vlog di viaggi non è solo quello d’informare, ma soprattutto di intrattenere piacevolmente chi sta vedendo il tuo video.

Foto: Unsplash.com

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Il Coccodrillo della Vucciria

Quella del Coccodrillo della Vucciria è una delle storie più curiose di Palermo, sulla quale sono state ricamate leggende e dicerie a non finire....

Vincenzo Di Bartolo: il Cristoforo Colombo palermitano

Le imprese marittime di un tempo, sono ancora oggi viste con grande ammirazione dagli storici di tutto il mondo. A tal proposito alcuni saranno...

L’ Edicola della Fonte dell’Averinga

Oggi vi voglio portare, cari amici lettori di "Palermoviva", a scoprire la storia di un luogo di notevole importanza storico-culturale, ma purtroppo quasi sconosciuto ai...

I marinai del Giardino Inglese

In un piccolo padiglione, appositamente costruito su disegno di Ernesto Basile, nel Giardino Inglese, è collocato un gruppo marmoreo opera di Benedetto Civiletti. Rappresenta...

Piazza Vittorio Veneto

La piazza Vittorio Veneto si trova tra le vie Libertà, Brigata Verona, Croce Rossa, Piedilegno, dell’Artigliere e del Granatiere. Prende il nome dalla cittadina del...

Una via al giorno: Via Ottavio d’Aragona

La via Ottavio d’Aragona va dalla via Principe di Scordia alla via Roma. È intitolata al cavaliere ed ammiraglio Ottavio d’Aragona, nato a Palermo nel...