The church of Santa Maria dell’Ammiraglio (La Martorana)

Autore:

Categoria:

Aiutaci a far crescere la pagina con un semplice clic sul pulsante...Grazie

22,480FansLike
1,083FollowersSegui
633FollowersSegui

Situated over the piazza Bellini, in the middle of Palermo, the church of Santa Maria dell’Ammiraglio is also known as La Martorana, in memory of Goffredo and Eloisa de Marturano, the founders of the nearby Benedictine convent. The church was built in 1143-1185 by the Greek admiral George of Antioch, who wanted to thank the Virgin Mary for her help and protection. George himself decided to assign the church to the Greek-Byzantine clergy who still officiates the ceremonies in ancient Greek or Albanian language (in fact the church belongs to the Eparchy of Piana degli Albanesi of the Italo-Albanian Catholic Church).

Campanile Martorana
Costituisce l’ingresso alla chiesa l’elegante torre campanaria a base quadrata costituita da quattro ordini, con i primi due molto squadrati, coevi alla costruzione originaria, e quelli superiori databili al xiv secolo, molto traforati con bifore e colonnine angolari.

Because of its richness, the Martorana was visited, in the late 12th century, by the Arab traveller Ibn Jubayr, who left a detailed description of the church, defined as “the most beautiful monument in the world”.
However the interiors has been partly changed during the baroque period, which enlarged the church and enriched it with marble stuccoes and enamel decorations. This created a unique combination between Norman features and later styles which is still visible inside the church.

But the most beautiful treasure of Santa Maria dell’Ammiraglio is the majestic mosaic decorations, made by Byzantine artists around 1151. The composition starts from the Christ situated on the dome and continues with circles of angels and saints which fill all the church.
The walls display two mosaics depicting King Roger II receiving the crown of Sicily from Jesus and, on the other side of the aisle, George of Antioch at the feet of the Virgin. The depiction of Roger is the only known portrait of the king.

The newer part of the church is constituted by the nuns’ choir, built in the late 16th century and decorated with precious frescos and paintings attributed to the Flemish painter Guglielmo Borremans.

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile e redattore di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare anche...

Prosciutto crudo di Suino Nero dei Nebrodi e Melone

L'antipasto di "Prosciutto e Melone" è un piatto tipico estivo per eccellenza, ma in Sicilia lo gustiamo praticamente sempre. Profumato e fresco è uno...

I Pizzicotti al Pistacchio

I Pizzicotti al pistacchio comunemente conosciuti come paste di pistacchio, sono dei deliziosi dolcetti Siciliani a base di Mandorle e pistacchi di Bronte croccanti...

La catacomba di Villagrazia di Carini

Con i suoi oltre 3.500 mq di superficie scavata, la catacomba di Villagrazia di Carini si configura come una delle più importanti testimonianze del...

Spiedini siciliani

Questo piatto di carne è tipico della cucina siciliana, chiamati anche "involtini siciliani", ma a Palermo li chiamiamo "spitini" o spiedini. Il piatto può subire...

Ducrot: una grande storia imprenditoriale siciliana

I primi del ‘900 furono una specie di età dell’oro per Palermo. Grandi famiglie di imprenditori, artisti, architetti ed artigiani, fecero della nostra città...

Oratorio dei Bianchi

L'Oratorio dei Bianchi è un edificio civile e religioso, appartenuto all'omonima Compagnia, che riuniva le figure più nobili di Palermo. Nell'anno 1542 la nobile compagnia...