Pif: il testimone scomodo

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
584FollowersSegui

Di libri, film e storie sulla mafia se ne conoscono a bizzeffe, eppure stupisce l’originalità del primo film di Pif, al secolo Pierfrancesco Diliberto, dall’emblematico titolo “La mafia uccide solo d’estate”. Il neo-regista palermitano, alla sua prima esperienza anche da attore sul grande schermo, vuole raccontare gli anni più famosi della mafia siciliana, quelli della guerra tra le famiglie, con il suo stile ironico e la sua satira sottile e geniale. Il mafioso di Pif, non è il temibile gangster tutto soldi e successo che il cinema americano ha dipinto, bensì il contadinotto tarchiato che ha problemi a stare al passo con i tempi, una figura grottesca e allo stesso tempo verosimile che stravolge gli stereotipi su Cosa Nostra, specie quelli d’oltreoceano. Così rivive un pezzo di storia siciliana, tristemente conosciuta da tutti, ma rivista in chiave realistica, mettendo da parte le idealizzazioni ed i punti di vista. Per questo Pif, in questo film, si conferma un “Testimone”, forse a volte scomodo, ma che, discostandosi dal ruolo di cantastorie, ci narra un racconto reale che immedesima ed emoziona come solo la verità sa fare.

L’arte di raccontare che Pif ha dimostrato nella sua trasmissione “Il testimone”, adesso si mostra nella sua forma più ampia, in un lungometraggio cinematografico che si rende portatore di una verità parallela a quella che siamo abituati a conoscere.

Samuele Schirò

Guarda il trailer

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile e redattore di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Via Emerico Amari

La via Emerico Amari va dalla via Francesco Crispi alla piazza Ruggero Settimo, costeggiando il teatro Politeama. Emerico, cugino dello storico Michele Amari, fu un...

Oratorio di Santa Caterina D’Alessandria

L'Oratorio di Santa Caterina D'Alessandria, dal 1946 sede dell'Ordine dei Cavalieri Gerosolimitani del Santo Sepolcro, si trova in via Monteleone, la strada che da...

Zucca in agrodolce “il fegato dei poveri”

La zucca in agrodolce è un tipico piatto siciliano, conosciuto a Palermo anche col nome di "ficatu ri poveri o ri setti cannola". Possiamo...

Via Giuseppe Ingegnieros

La via Ingegnieros va dalla via S. Lorenzo al viale Strasburgo. Giuseppe Ingegnieros fu un medico psicologo nato a Palermo nel 1877 e morto a...

Vicolo Infermeria dei Cappuccini

Il vicolo Infermeria dei Cappuccini va dalla via Matteo Sclafani ai vicoli dello Zingaro e S. Tommaso dei Greci. Per ovviare ai disagi dovuti alla...

Via Ippolito Pindemonte

La via Pindemonte va dal Corso Calatafimi fino a Piazza Cappuccini. Prende il nome dal poeta e letterato veronese Ippolito Pindemonte, nato il 13 novembre...