Celebrazione di matrimonio di massa a Palermo

Per far fronte alla carenze delle nascite in Italia, negli anni '30 si volle creare un giorno destinato ai matrimoni. Tutte le coppie sposate quel giorno ricevevano un premio in denaro dal governo.

Autore:

Categoria:

Nel 1934 a Palermo come in altre città d’Italia si celebrò “la Sagra della Nuzialità“, una celebrazione di matrimoni di massa voluti da Mussolini  per incrementare le nascite già in grande calo da anni. Per incentivare ed incoraggiare al matrimonio, ad ogni coppia venne  dato un premio di 500 lire.
Per l’epoca si trattava di una cifra importante. Per calcolarne il potere d’acquisto, senza perderci in conversioni più o meno accurate, basti pensare che con quella cifra una coppia poteva arredare parte della casa o pagare l’affitto per diversi mesi.

Le coppie, una dopo l’altra, avanzavano tra gli applausi della cittadinanza e dopo la celebrazione veniva loro data la busta col denaro, che non era uguale per tutte le città.

L’anno prima a Roma le coppie sposate nella Sagra della Nuzialità furono, in un solo giorno circa 800. […] Il Segretario del Partito che partecipa al ricevimento chiama ad una ad una le coppie per consegnare loro una busta su cui c’è, in un motivo allegorico, l’effige del Duce; nella busta vi è una somma che la generosità del Capo del Governo ha voluto offrire a ciascuno”
Questi matrimoni vennero celebrati in tutta Italia in varie date celebrative del regime fascista.

Non conosco il numero delle coppie che a Palermo si unirono in matrimonio in questo giorno commemorativo, ma tra queste coppie c’erano i miei nonni, che insieme ad altri si unirono in matrimonio e ottennero il premio in contanti di 500 lire.

L’anno dopo nacquero tantissimi bambini. Ecco perché quando venne l’ora di fare il militare, moltissimi ragazzi frutto di quel matrimonio, tra i quali mio padre, vennero congedati per esubero.

Infatti nell’anno 1935 i bambini a Palermo erano decisamente aumentati, per la gioia di Mussolini.

Foto: Cine città luce

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

10,929FansLike
478FollowersSegui
554FollowersSegui
Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Quando nacquero i primi giornali a Palermo?

Il primo numero del Giornale di Sicilia fu pubblicato il 7 giugno 1860 con la testata “Giornale Officiale di Sicilia” sotto la direzione di...

La scuola di una volta

Chiariamo subito che non si tratta degli anni 30 o 40, quando ancora si usavano penna e calamaio, anche se i banchi della scuola...

Il prezioso archivio dell’Architetto Salvatore Cardella

È in fase di riordino un prezioso fondo privato di notevole valore storico artistico: l’archivio del Prof. Arch. Salvatore Cardella (Caltanissetta 24/06/1896 – Palermo...

Monte Pellegrino

Ho voluto iniziare la descrizione del monte Pellegrino con queste belle parole tratte dal libro "Viaggio in Sicilia" di Bernard Berenson del 1957, perché...

Chiesa Sant’Antonio Abate (detta dell’Ecce Homo)

La chiesa di S. Antonio Abate si trova in via Roma, sulla destra poco dopo la via Vittorio Emanuele venendo dalla Stazione Centrale. È...

Palermo e le Sedie Volanti

Come molti sanno, a Palermo esiste una strada chiamata via delle sedie volanti. Questo nome, così curioso, ha sempre risvegliato la fantasia popolare che...