Celebrazione di matrimonio di massa a Palermo

Per far fronte alla carenze delle nascite in Italia, negli anni '30 si volle creare un giorno destinato ai matrimoni. Tutte le coppie sposate quel giorno ricevevano un premio in denaro dal governo.

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
620FollowersSegui

Nel 1934 a Palermo come in altre città d’Italia si celebrò “la Sagra della Nuzialità“, una celebrazione di matrimoni di massa voluti da Mussolini  per incrementare le nascite già in grande calo da anni. Per incentivare ed incoraggiare al matrimonio, ad ogni coppia venne  dato un premio di 500 lire.
Per l’epoca si trattava di una cifra importante. Per calcolarne il potere d’acquisto, senza perderci in conversioni più o meno accurate, basti pensare che con quella cifra una coppia poteva arredare parte della casa o pagare l’affitto per diversi mesi.

Le coppie, una dopo l’altra, avanzavano tra gli applausi della cittadinanza e dopo la celebrazione veniva loro data la busta col denaro, che non era uguale per tutte le città.

L’anno prima a Roma le coppie sposate nella Sagra della Nuzialità furono, in un solo giorno circa 800. […] Il Segretario del Partito che partecipa al ricevimento chiama ad una ad una le coppie per consegnare loro una busta su cui c’è, in un motivo allegorico, l’effige del Duce; nella busta vi è una somma che la generosità del Capo del Governo ha voluto offrire a ciascuno”
Questi matrimoni vennero celebrati in tutta Italia in varie date celebrative del regime fascista.

Non conosco il numero delle coppie che a Palermo si unirono in matrimonio in questo giorno commemorativo, ma tra queste coppie c’erano i miei nonni, che insieme ad altri si unirono in matrimonio e ottennero il premio in contanti di 500 lire.

L’anno dopo nacquero tantissimi bambini. Ecco perché quando venne l’ora di fare il militare, moltissimi ragazzi frutto di quel matrimonio, tra i quali mio padre, vennero congedati per esubero.

Infatti nell’anno 1935 i bambini a Palermo erano decisamente aumentati, per la gioia di Mussolini.

Foto: Cine città luce

 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Genovesi ericine

Le genovesi ericine sono dolci di pasta frolla con all’interno una delicata crema pasticcera. L’etimologia del nome rimane incerta, l’ipotesi più accreditata sulla sua derivazione riguarderebbe...

Palermo Svelata: Piazza Marina

Molte storie si nascondono tra le strade di Palermo, alcune conosciute, altre tutte da svelare. Questo video realizzato dagli amici di Sicilia Svelata ci racconta...

La Pupa del Capo

La Pupa del Capo è un bellissimo mosaico in stile Liberty, realizzato per il Panificio Morello, negozio storico di Palermo.Passeggiando tra le vie del...

La (vera) storia delle Teste di Moro

Le cosiddette Teste di Moro sono uno dei pezzi più popolari tra le ceramiche Siciliane. Dalle origini antichissime, questi caratteristici vasi raffigurano tipicamente la...

Involtini di pesce spada

  Gli involtini di pesce spada sono un secondo piatto tipico della tradizione siciliana. Per questo piatto calcolate un numero di 3 fettine per ogni commensale. Le...

Pasta con salsiccia e cavolicelli

Le erbe di campo, sono un cibo semplice che ci regalano i sapori della campagna e della natura incontaminata.  Fino a qualche tempo fa,...