Lievito fatto in casa in poche mosse

Autore:

Categoria:

15,943FansLike
478FollowersSegui
580FollowersSegui

Una delle conseguenze di questo mese di quarantena da COVID-19 è l’impossibilità (o quasi) di trovare al supermercato o al panificio il lievito di birra fresco.
Oggi vi do una ricetta ottima, appena provata, che vi garantisce una quantità di lievito costante a casa e che vi permetterà durante la settimana di fare pane, pizza e focacce. Ovviamente dovete partire da una base e quella che ho usato io e che consiglia lo Chef Stefano Barbato è proprio il lievito di birra recuperato con mezzi di fortuna.

Provate a farlo il risultato è davvero ottimo!

Ingredienti

25 grammi di lievito di birra
25 grammi di acqua
60 grammi di farina 00

Prendete 25 gr di lievito di lievito di birra e sbriciolatelo in una ciotola, aggiungete 25 gr di acqua e con una spatola mescolate per farlo sciogliere. A questo punto aggiungete la farina e con la spatola continuate a mescolare per amalgamare bene gli ingredienti.

Trasferite il composto su un piano da lavoro e continuate a lavorarlo con le mani tanto da formare una palla. Mettetelo in barattolo ermetico e lasciatelo riposare in frigorifero per 24 ore.
Trascorse le 24 ore il vostro lievito di birra  sarà pronto per essere utilizzato nelle stesse dosi di quello che comprate al supermercato. Se volete realizzare altro lievito di birra, ripetete l’operazione con il lievito che avete prodotto voi stesse.
Il lievito di birra si conserva per una settimana ben coperto in frigorifero, ma potete congelarlo e utilizzarlo al bisogno.

 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Come partecipare al X Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi”

Ancora due mesi per partecipare al X Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi” Ci sono ancora due mesi di tempo per aderire alla decima...

Villa Branciforti di Butera a Bagheria

STORIA                   Don Giuseppe Branciforti, principe di Pietraperzia e conte di Raccuja, deputato del regno, già pretore di Palermo ed esponente di uno dei maggiori casati...

Il giardino della Cuncuma a Palermo

Forse oggi è una rarità poter ascoltare la parola Cuncuma in un discorso comune tra le nuove generazioni, giocoforza la lentissima ma inesorabile scomparsa...

Carusi, addevi e picciriddi: i bambini in Sicilia

Sono molti i modi in cui chiamiamo i bambini in Sicilia. Dipende dalle diverse province dell’isola dove il termine bambino cambia, pur mantenendo lo...

La Sala delle Donne

A Palermo in passato non erano molti i luoghi pubblici dedicati solo alle donne. Eppure pochi sanno che ve ne era uno in particolare...

Jack Churchill: L’ufficiale che sbarcò in Sicilia con arco e spada

Che qualcuno sia sbarcato in Sicilia armato di spada, arco lungo e frecce, non è certo una novità nella storia millenaria della nostra isola....