Spaghetti alla Chitarra con capperi e ciliegino

Autore:

Categoria:

Gli spaghetti alla Chitarra con capperi e ciliegino sono un piatto delizioso, semplice e veloce con i colori e i sapori della Sicilia.
Due i sapori che lo caratterizzano: l’amaro dei capperi e il dolce del pomodoro ciliegino! Entrambi i sapori si sposano perfettamente bilanciandosi e regalando al palato un gusto delicato. Un profumo irresistibile che vi catturerà si dalla preparazione! 


Ingredienti per 4 persone:

– 320 gr di Spaghetti alla Chitarra
– 250 gr di Pomodoro Ciliegino
– 1 spicchio d’Aglio
– un cucchiaio e mezzo di capperi bolliti o sotto sale (no sottaceto)
– 100 gr pangrattato
– pecorino a piacere
– sale quanto basta
– pepe nero quanto basta ( anche il peperoncino ci sta divinamente )
– 1 spicchio d’aglio
– 1 filo d’olio

Procedimento:

1) La prima cosa da fare è quella di dissalare i capperi, se usate quelli sotto sale, quindi metteteli dentro uno scolapasta e fate scorrere l’acqua per togliere intanto il sale grosso. Poi metteteli a bagno con l’acqua fredda in un recipiente per un’ora. Trascorso questo tempo, sciacquateli e fateli scolare.

2) Lavate e tagliate il ciliegino in 4 parti, mettetelo in padella capiente (dovrà poi contenere la pasta) con uno spicchio d’aglio e lasciate appassire un po’ a fuoco lento con coperchio. Aggiungete i capperi, poco sale (attenti perché i capperi ne potrebbero rilasciare un po’), pepe e il filo d’olio. Il pomodoro non deve essere molto cotto, giusto appena appassito. Quindi spegnete il fuoco e lasciate coperto.

3) Mettete a cuocere la pasta e nel frattempo fate tostate il pangrattato in un padellino mescolando di continuo per non farlo bruciare. Io uso mischiare il pangrattato grosso con quello fine perché risulta più buono e crociante.

4) Quando la pasta sarà pronta, scolatela e aggiungetela al condimento in padella, mescolate per bene finché la pasta sarà ben intrisa. Aggiungete il pecorino e rimescolate. Impiattate e aggiungete il pangrattato.
Buon Appetito!

Emanuela La Valle

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

[td_block_social_counter style="style8 td-social-boxed td-social-font-icons" facebook="palermoviva.it/" twitter="@Palermoviva" instagram="palermoviva" custom_title="Rimani aggiornato con la cultura..."]
Emanuela La Valle
Emanuela La Vallehttps://trestelleincucina.it/
Food Blogger Siciliana di www.trestelleincucina.it . La mia passione per la cucina esplode già da bambina e oggi, grazie ad internet, la condivido con voi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

L’antico mistero della Monacella della Fontana

Tra le numerose leggende siciliane, una delle più misteriose riguarda la Monacella della Fontana. Questa figura mitologica ha origini antichissime, riconducibili alle antiche leggende...

L’arsenale della Regia Marina e il Museo del Mare

Il 24 gennaio 1621, dopo quasi trent’anni dalla costruzione del Nuovo Molo di Palermo, la viceregina Duchessa de Castro posò solennemente la prima pietra...

Sagre e Feste Patronali in Sicilia del mese di Agosto

LE PIU' IMPORTANTI MANIFESTAZIONI FOLKLORISTICHE E TRADIZIONALI DI TUTTA LA SICILIA

 

Leonarda Nicotra, la prostituta che diventò suora

Per parlare di Leonarda Nicotra bisogna andare indietro nel tempo, fino al 1624 e soprattutto bisogna parlare di prostituzione. Non di quella di adesso,...

Pietro Novelli, il grande e solitario artista del ‘600

Si parla poco di Pietro Novelli, pittore e architetto “Monrealese” di nascita ma Palermitano di adozione, che riuscì ad oltrepassare i limiti di un...

La curiosa storia del Barone Di Stefano, esiliato all’Hotel delle Palme

Avete mai sentito parlare del Barone Di Stefano? Questo noto e particolarissimo personaggio, ha trascorso gli ultimi 50 anni della propria vita in una...