Frank Lentini, il siciliano con tre gambe che conquistò l’America

Autore:

Categoria:

Aiutaci a far crescere la pagina con un semplice clic sul pulsante...Grazie

22,068FansLike
1,050FollowersSegui
633FollowersSegui

Forse pochi ne hanno sentito parlare nella sua Sicilia, eppure il nome di Frank Lentini è piuttosto famoso negli Stati Uniti, dove nella prima metà del ‘900 ha intrattenuto centinaia di migliaia di persone grazie alla sua caratteristica più evidente. Aveva tre gambe, tutte perfettamente funzionanti.

Ecco la storia di come questo giovane siciliano, dileggiato nel suo paese natale, è riuscito ad ottenere fama e fortuna come artista circense oltreoceano, dove ha trascorso gran parte della sua vita.

La storia di Frank Lentini

Frank Lentini – Jhayne CC 2.0 BY-NC-SA via Flickr

L’infanzia di Francesco Lentini, in seguito noto come Frank, fu tutt’altro che semplice. Nato nel 1889 a Rosolini, in provincia di Siracusa, sin dai suoi primi istanti di vita dovette scontrarsi con la sua difformità. In un’epoca in cui la superstizione popolare aveva spesso la meglio sulla scienza, la nascita di un bambino con tre gambe, quattro piedi (uno atrofico era attaccato vicino al terzo ginocchio) e due organi genitali maschili, fu vista dai suoi stessi genitori come una specie di maledizione, e di certo causò un grande scalpore in tutto il paese.

Come spiegato dai medici già allora, tale mutazione era dovuta alla rimanenza di un gemello siamese fuso a lui attraverso la spina dorsale. Inutile dire che anche i più grandi luminari dell’epoca ritennero impossibile un intervento di separazione, che avrebbe quasi sicuramente causato la paralisi del bambino, se non addirittura la morte.

Così il piccolo Francesco crebbe in Sicilia fino all’età di 9 anni, quando un suo zio che lavorava negli Stati Uniti, convinse la sua famiglia a trasferirsi, prevedendo già il futuro che il nipote avrebbe avuto in uno dei popolarissimi circhi itineranti. In effetti Frank fu ben presto scritturato dal Ringling Brothers circus act ed in seguito dal famosissimo Barnum & Bailey Circus, dove si esibiva con il nome di Grande Lentini o, come spesso lo descrivevano le locandine, “La meraviglia a 3 gambe”.

Il suo numero consisteva in una serie di esibizioni divertenti, in cui mostrava di muovere agilmente anche l’arto supplementare. Uno dei più popolari era quello quello in cui utilizzava la terza gamba per dare calci ad un pallone.
Tuttavia non era solo la sua condizione fisica ad attirare il pubblico. Frank era infatti un grande uomo di spettacolo, dotato di acume, autoironia e prontezza di spirito, insomma un vero intrattenitore a tutto tondo, tanto che al culmine della sua carriera arrivò ad avere uno spettacolo tutto suo.

Ad esempio era solito scherzare dicendo che lui era l’unico uomo al mondo che non aveva mai bisogno di una sedia, perché aveva sempre uno sgabello a disposizione.
Oppure gli piaceva raccontare di come fosse difficile per lui comprare delle scarpe. Diceva di doverne prendere sempre due paia e di doverne regalare poi una ad un suo amico che aveva perso il piede destro.
Infine amava ironizzare sulle sue doti mangerecce, dicendo che sua gamba in più consumava molta energia e questo gli dava un grande appetito.

Frank Lentini passò tutta la sua vita in giro per gli Stati Uniti, dove era ormai noto al grande pubblico. Morì nel 1966 in seguito ad una crisi respiratoria proprio durante uno dei suoi tour, all’età di 77 anni, una delle vite più lunghe registrate tra gli individui con queste caratteristiche fisiche.

Il ritorno in Sicilia

Secondo alcune fonti, dopo il suo matrimonio con l’attrice Theresa Murray, da cui ebbe anche quattro figli, Frank volle tornare nel suo paese natale. Era il carnevale del 1908 e gli abitanti di Rosolini, che fino a dieci anni prima lo avevano deriso, gli riservarono un’accoglienza trionfale. Il ritorno del “Maravigghiusu” fu salutato da una grande festa, come quelle che si tributano alle celebrità. Si dice anche che alcuni concittadini indossarono appositamente pantaloni a tre gambe, proprio per rendere omaggio all’illustre ospite.

La festa per Frank si è ripetuta nel 2016, quando sempre nel paese siciliano, si è organizzato il Frank Lentini Memorial Day, in occasione del quale i suoi parenti americani e siciliani si sono incontrati per la prima volta, celebrando la memoria di questa Meraviglia Siciliana.

Fonti: Wikipedia.org – Frank Lentini
Corriere.it – La rivincita di F. Lentini
Trivia Library – Biography of Tree-Legged Wonder Francesco A. Lentini
Vanilla Magazine – “U Maravigghiusu”: la storia del Tripode siciliano Frank Lentini

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile e redattore di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare anche...

Santa Lucia: Arancine, panelle e cuccìa…

Quella di Santa Lucia è una festa molto cara alla città di Palermo, anche se la santa è patrona di Siracusa. La festa si...

Le quattro chiese di Palermo dedicate a Sant’Agata

Sembra curioso che Palermo abbia dedicato a sant'Agata, patrona di Catania, ben due porte e ben quattro chiese! mentre a Santa Rosalia, patrona della...

La Necropoli Punica di Palermo

La Necropoli punica di Palermo è una delle più antiche testimonianze della città, risalente all'epoca della fondazione dei primi insediamenti della Conca D'Oro. Le origini...

L’Ammiraglio Nelson, duca di Bronte

Avete presente l'ammiraglio Horatio Nelson, l'eroe inglese che sconfisse la flotta di Napoleone a Trafalgar?Questo famosissimo personaggio, presente su tutti i libri di storia,...

Il castello di Maredolce

Situato alle pendici del Monte Grifone, nella periferia sud di Palermo, oggi quasi nascosto alla vista dalle costruzioni che lo circondano,  il castello di...

La tradizione dell’Immacolata in cucina

La tradizione dell'Immacolata è una festività molto sentita dai palermitani: di fatto inaugura il periodo delle festività natalizie e a Palermo devozione e tradizione...