tds_category_module_7

La Sala Del Calendario

Autore:

Categoria:

sala del calendario1All’interno del Convento di San Domenico in P.za San Domenico vi è  un ambiente  privato, utilizzato un tempo come vano di  passaggio  e  di accesso  al   successivo  salone detto del Cinquecento e adibito  a piccola biblioteca dei confrati, si tratta della Sala del Calendario
In questa sala si conserva ancor oggi  il  magnifico affresco a parete di un calendario liturgico realizzato nel 1723 dal  Padre  domenicano Benedetto Maria Castrone,  contraddistinto  dal motto  “IANI PORTA” ovvero  Porta del Tempo. L’affresco si ricollega ad uno studio cartaceo già illustrato nella pubblicazione  Horographia Universalis  dello stesso Castrone,  poi diventato per  suo espresso desiderio anche raffigurazione muraria.

Il calendario perpetuo rappresentato, copre  un arco temporale che va  dal 1700 fino al 2192 e permette di stabilire attraverso calcoli matematici misti a fondamenti astronomici, le date delle più importanti festività mobili tra cui  la Pasqua e altre legate ricorrenze legate all’anno liturgico. Nel contempo,  introduce a concetti di astronomia e geofisica,  che sono anche strettamente legati ai principi generali di agronomia e quindi riconducibili ad antiche tradizioni e consuetudini agresti e contadine della nostra terra di Sicilia e dell’Area Mediterranea.

A noi tutti oggi resta la fortuna di poter ammirare un ‘ opera d’arte unica ed un magistrale congegno.  

La Sala del Calendario è visitabile su prenotazione contattando l’associazione Itiner’Ars (tel. 338.4512011, 338.7228775).

Grazia Bellardita

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare anche...

Si dice del mese di Febbraio

Ci sono tanti proverbi legati o a qualche giorno in particolare o a tutto il mese di Febbraio, e per lo più sono detti...

Piazza Castelnuovo (o Politeama)

La piazza Castelnuovo, una delle più famose e frequentate di Palermo, è dedicata a Carlo Cottone e Cedronio, principe di Castelnuovo e di Villaermosa,...

La Chiesa di Santa Chiara

Si fa risalire al 1344 la data di fondazione del convento e della chiesa di Santa Chiara, ad opera di Matteo Conte di Sclafani...

I misteri delle tombe Regali della cattedrale

All’interno della bellissima cattedrale di Palermo sono custodite le tombe regali di Re e Imperatori della Sicilia e loro consorti: quattro sono in porfido...

Ma quanto è buono il pane a Palermo!?

Il pane è buono dappertutto, e in ogni luogo ha la sua forma, il suo sapore, la sua tradizione. Come non ricordare il famoso...

Il Pane di Piana degli Albanesi: un’eccellenza gastronomica

Parlare di eccellenza gastronomica pensando al pane sembra piuttosto eccessivo, ma chi ha assaggiato il pane di Piana degli Albanesi sa che probabilmente non...