La Tecarterapia migliora il dolore sin dalle prime sedute

Autore:

Categoria:

La Tecarterapia è una terapia semplice e non invasiva: sollecita fortemente i meccanismi cellulari e incrementa l’attivazione dei naturali processi riparativi e antinfiammatori, agendo anche sugli strati più profondi. Grazie ai due sistemi, capacitivo e resistivo, la sua azione si può indirizzare alle fasce muscolari e ai sistemi vascolare e linfatico, o più in profondità su tendini, articolazioni, legamenti, cartilagini e tessuto osseo.

mal di schiena

È possibile effettuare l’applicazione immediatamente dopo un trauma o nella fase acuta di un processo infiammatorio, garantendo così buoni risultati in tempi molto rapidi; il dolore diminuisce sensibilmente già dalla prima seduta, e si può associare alla terapia manuale o ad altre tecniche riabilitative. 

L’impiego della tecar è molto utile nelle terapie riabilitative per il recupero di:

  • distorsioni, lesioni tendinee, tendiniti, borsiti, esiti di traumi ossei e legamentosi,
  • distrazioni osteoarticolari acute e recidivanti,
  • artralgie croniche di varia eziologia,
  • patologie muscolo scheletriche come contratture, stiramenti e strappi muscolari, miositi,
  • patologie a carico delle capsule articolari,
  • processi artrosici, lombalgie e sciatalgie.

La sua utilità nei programmi riabilitativi post chirurgici, in particolare dopo interventi di artroprotesi è sicura, viene quindi utilizzata anche in presenza di protesi.

La Tecar è in grado di trattare con efficacia e in tempi brevi le patologie riguardanti ginocchio, spalla, anca, caviglia, colonna vertebrale, mani e muscoli, come pure le patologie dolorose infiammatorie osteoarticolari e muscolari quali artrosi, lombalgie e sciatalgie; infatti, in funzione della problematica da trattare, l’azione può essere prevalentemente mirata alle fasce muscolari, al sistema circolatorio e linfatico, o si può esercitare più in profondità e dunque su tendini, articolazioni, legamenti, cartilagini e tessuto osseo.

Ogni seduta di Tecarterapia ha una durata media di 20 minuti e, in genere, per un ciclo completo di cura, sono necessarie da 5 a 10 sedute. Con questa terapia si possono effettuare sedute di prevenzione e mantenimento.

Attenzione: portatori di pacemaker e defibrillatori impiantati non possono eseguire la tecarterapia per rischio di interferenze.

Dott. Michele Stanzione
Fisioterapista
Riability Fisioterapia 

 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Palermo tra due fiumi: alla scoperta dell’antica Palermo tra il Kemonia e il Papireto

Palermo tra due Fiumi, racchiusa fra il Kemonia ed il Papireto,  fu così per secoli di storia fintanto che l'evoluzione orografica, storica ed artistica...

Questa è Palermo…

Questo bellissimo video, realizzato dall'Autorità Portuale di Palermo, è una splendida cartolina per tutti i turisti, ma è utile anche a noi cittadini, che...

La cripta del Monastero delle Cappuccinelle

Citando la rubrica di un famoso settimanale italiano, “Forse non tutti sanno che” a Palermo le catacombe dei Cappuccini non furono le uniche cripte...

Palazzo Abatellis: da palazzo nobiliare a Galleria Regionale

Palazzo Abatellis sorge nell'antico quartiere della Kalsa, lungo una delle strade più antiche e rappresentative della città, la medievale “Ruga nova de Alamannorum” (strada...

Insalata di Arance con le Aringhe

Un piatto di origini povere, particolare, per gusto ed accoppiamento di ingredienti, che sembrano contrastare, è l'insalata d'arance con le aringhe, un insalata dal...

Quando a Palermo si accendevano i lampioni

Oggi è difficile immaginarlo, ma la prima volta che a Palermo si accendevano i lampioni era il 1745! Fino ad allora, nelle notti senza...