Pasta alla Norma

La pasta alla Norma è uno dei piatti più conosciuti in Sicilia, una specialità Catanese fatta con ingredienti semplici e freschi

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
620FollowersSegui

La pasta alla Norma è un primo piatto della tradizione catanese, uno dei simboli della cucina siciliana in generale e conosciuta davvero ovunque. Pasta, solitamente rigatoni, condita con pomodoro fresco, melanzane fritte, ricotta salata e basilico.

Il nome della ricetta è un omaggio alla Norma, celebre opera del compositore catanese Vincenzo Bellini. Si dice che a dare il nome “Norma” a questa pasta sia stato Nino Martoglio, un noto commediografo catanese che inviato a cena da alcuni amici e gustando questo piatto di pasta, per indicarne la bontà, abbia esclamato! “Chista è ‘na vera Norma!“, “Questa è una vera Norma! Cioè un capolavoro.

Un tripudio di sapori mediterranei, semplici, genuini e gustosi!




INGREDIENTI

350 g rigatoni
10 pomodori maturi
2 melanzane
aglio e cipolla
olio
basilico
ricotta salata qb
sale, pepe
zucchero
olio extra vergine d’oliva

PREPARAZIONE

Tagliate la melanzana a cubetti, salatele leggermente e lasciatele riposare affinché non rilascino l’acqua. Friggetele in olio caldo e ponetele in un piatto ricoperto di carta assorbente.
Tagliate i pomodori a pezzetti e metteteli in un tegamino con olio, 1/2 cipolla, 2 spicchi d’aglio, basilico, sale, pepe ed un pizzico di zucchero. Lasciateli ammorbidire per circa 20 minuti. Passateli al passaverdure. Rimettete il sugo di pomodoro sul fuoco e fatelo asciugare fino ad ottenere la giusta consistenza.

Fate rosolare in una padella, in un po’ d’olio un po’ di cipolla tritata.
Aggiungete le melanzane fritte, la salsa di pomodoro e cuocere per 15-20 minuti circa.
A questo punto cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolare e condire con il sugo preparato aggiungendo il basilico e la ricotta salata grattugiata.




Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Oratorio delle Dame del Giardinello

L’Oratorio delle Dame del Giardinello è un edificio religioso appartenente all’omonima congregazione religiosa e situato a Palermo, nel quartiere dell’Albergheria. La Congregazione La fondazione della Nobile Congregazione...

Le monache della Martorana

La chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, nota come “la Martorana”, fu fondata nel 1143 per volere di Giorgio d’Antiochia, il  grande ammiraglio siriaco al...

Via Porta di Castro

La via Porta di Castro va dalla via Saladino (nei pressi di piazza Ballarò) fino a via dei Benedettini. Prende il suo nome dalla porta...

Le spietate avvelenatrici di Palermo

Palermo 1633. Fra le avvelenatrici più note a Palermo, oltre la famosa "vecchia dell' aceto", vi è una donna di cui sicuramente alcuni di voi...

Via Emerico Amari

La via Emerico Amari va dalla via Francesco Crispi alla piazza Ruggero Settimo, costeggiando il teatro Politeama. Emerico, cugino dello storico Michele Amari, fu un...

Palermo e le Sedie Volanti

Come molti sanno, a Palermo esiste una strada chiamata via delle sedie volanti. Questo nome, così curioso, ha sempre risvegliato la fantasia popolare che...