Tipi di ciprie. Cosa bisogna sapere per non sbagliare nella scelta?

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
598FollowersSegui

Le ciprie possono essere suddivise in diverse categorie: opacizzanti, illuminanti (da non confondere con gli highlighter), trasparenti, compatte, in perle, correttori e minerali. A seconda delle esigenze della pelle, dell’effetto desiderato e dello stile di vita, ogni donna può scegliere una per le proprie esigenze.

Cos’è la cipria?
Probabilmente ognuna di noi ha una cipria nel beauty case. Di solito è sotto forma di polvere o compatta, usata solitamente per rifinire e fissare il trucco. Quindi dovrebbe corrispondere perfettamente al fondotinta che usiamo, alla tonalità e al tipo della nostra pelle, in modo che il nostro viso non sembri una maschera.

Quale cipria scegliere?
Prima di tutto, dobbiamo definire le nostre esigenze. Le ciprie compatte sono ideali da portare in borsa e sono perfette per i ritocchi durante la giornata. Per fissare il trucco https://makeup.it/brand/945896/, le ciprie in polvere sciolta che vanno applicate sul viso con un pennello grande e soffice sono molto meglio. Per la pelle grassa o mista è necessaria una cipria opacizzante, che assorbirà il sebo in eccesso e renderà la pelle opaca, e farà sì che il trucco rimanga intatto e fresco più a lungo. Tuttavia, non è adatto per l’uso sotto gli occhi per fissare il correttore in quanto può seccare la pelle delicata intorno a loro. Per la pelle sensibile che tende ad arrossarsi, le ciprie con un pigmento giallo o verdastro saranno perfette, poiché copriranno leggermente e uniformeranno il tono. Le ciprie illuminanti sono le migliori per la pelle secca e opaca. Ricordarsi però che mettono in risalto le imperfezioni, quindi è meglio evitarle se si ha pori dilatati o rughe.

Le ciprie opacizzanti, come suggerisce il nome, sono progettate per mattificare la pelle. Sono adatte per la pelle mista e grassa. È meglio usarle sopra il fondotinta precedentemente applicato. Se durante il giorno la pelle inizia a brillare, prima di applicare nuovamente la cipria, vale la pena eliminare il sebo in eccesso con delle salviettine opacizzanti.

La cipria illuminante abbellisce magnificamente il viso con particelle riflettenti, sublimando nel miglior modo l’incarnato. Impercettibile e senza peso, si fonde delicatamente con la pelle del viso rendendola levigata, ravvivata, splendente, fresca e radiosa. Le ciprie illuminanti sono adatte alle pelli secche e miste,  eccetto quelle grasse. 

La cipria trasparente ha lo scopo di fissare il trucco e il fondotinta. Può anche essere usata per fissare il correttore sotto gli occhi, applicando delicatamente con un pennello. È completamente trasparente, quindi si adatta al colore della pelle e non cambia la tonalità del fondotinta. È completamente invisibile sul viso, inoltre, opacizza e leviga l’incarnato. Consigliata per tutti i tipi di pelle.

La cipria compatta di solito ha anche una tonalità, che bisogna sceglierla in base al colore della carnagione e del fondotinta utilizzato. Molto pratica e facile da applicare perchè solitamente viene fornita di una spugnetta e uno specchietto. Spesso, con tali ciprie, la copertura può essere dosata con la quantità applicata. A seconda del tipo di pelle, la cipria compatta può essere scelta con effetto opacizzante o idratante, quindi è adatta a tutti i tipi di pelle.

Le ciprie correttori sono progettate per correggere le imperfezioni della pelle, nascondere gli inestetismi, macchie pigmentate e alterazioni cutanee. Da usare quando la pelle è stanca, grigia o arrossata. Possono essere applicate su tutto il viso o su parti selezionate. Le ciprie correttori sono disponibili sul mercato sia in forma compatta che in polvere sciolta.

Le ciprie minerali sono leggere con molte proprietà condizionanti per la pelle. Si distinguono per la composizione in cui troviamo l’opportuna selezione di composti minerali come silice, mica o ossido di zinco. Sono disponibili in forma pressata, sfusa, compatta o cotte. Sono perfette per tutti i tipi di pelle, in particolare per quella sensibile soggetta a irritazioni o acne.

Da cosa sono composte?
Gli ingredienti base delle ciprie sono, tra gli altri: ossido di zinco, biossido di titanio, amido, ossido di alluminio, argilla caolinica, polvere di seta, talco, carbonato di calcio (è assorbente, soffice, copre bene la pelle, determina la leggerezza e la delicatezza del cosmetico), zinco, magnesio e stearato di calcio. Il talco e l’argilla caolino sono componenti di quasi tutte le ciprie, sono componenti delicati e si diffondono molto facilmente. Un altro ingrediente che si trova nelle ciprie sono i pigmenti che correggono il colore della pelle (dal 5 al 10%). Oltre agli ingredienti elencati, possono essere affinate anche con componenti leviganti e nutrienti per la pelle. Alcune di esse possono trattenere l’umidità della pelle e proteggere da fattori esterni: vento, radiazioni UV e variazioni di temperatura. Possono contenere anche sostanze con proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Via Pietro Fudduni

La strada si estende dalla via dei Carrettieri alla via delle Cappuccinelle. Prende il nome dal poeta dialettale Pietro Fudduni (Pietro Fullone in italiano), vissuto...

Porta Sant’Agata

Alcuni autori hanno scritto che il nome della Porta Sant'Agata, che sorge nell'omonima piazzetta fra la via Cesare Battisti e il corso Tukory, risale...

Via Ruggero Mastrangelo

La via Mastrangelo va dalla discesa dei Giudici alla via Calderai. Secondo la tradizione Ruggero Mastrangelo, o Ruggero di mastro Angelo, sarebbe lo sposo della...

Via Immacolatella

La via Immacolatella va da piazza S. Francesco d’Assisi alla via del Parlamento. La strada prende il nome dal piccolo oratorio a ridosso della chiesa...

L’Acquedotto monumentale di Ficarazzi

I beni architettonici siciliani sono costituiti da una molteplicità di manufatti di tipo civile, religioso, difensivo. Ma esistono alcune costruzioni storiche di tipo produttivo...

Via dei Benedettini

La via dei Benedettini va dalla piazza Montalto alla piazza della Pinta. In questa via esistevano due monasteri benedettini, quello degli Olivetani (così chiamati perché...