Un giro in carrozza a Palermo

Mezzo di trasporto molto caro ai nostri avi, ma che affascina, a Palermo, i nostri turisti è la "carrozza" trainata dal cavallo, che fin dai tempi più antichi è presente nella nostra città.

Autore:

Categoria:

15,943FansLike
478FollowersSegui
580FollowersSegui

la carrozzaIl cocchiere (comunemente chiamato gnuri), colui che guida la carrozza è un mestiere ormai scomparso, un tempo poteva considerarsi un personaggio importante, egli assicurava il servizio di trasporto tra le grandi città, aveva autorità su tutta l’organizzazione del viaggio e decideva orari e soste.

A Palermo i “Cocchieri” prestavano la loro opera presso le case aristocratiche vestivano in livrea, si riunivano in corporazioni e istituirono addirittura la “Venerabile Confraternita dei Cocchieri.

Oggi a Palermo sono rimasti in pochi e quasi sempre in conflitto con l’amministrazione comunale ed i vigili urbani per via delle licenze, della pulizia, dell’intralcio al traffico e delle applicazioni delle tariffe, spessissimo esose e irregolari.

cavallo

Ma oggi un nuovo regolamento tutela tutti: turisti, animali e cocchieri. Esiste un perimetro entro il quale le carrozze possono portare a spasso la gente, aree di stazionamento, tariffe, minime e massime, regolamentari, che garantiscono il turista.
Tutelata anche la salute dei cavalli, verranno effettuati controlli dell’Asp per garantire una migliore vita agli animali e infine, la possibilità di utilizzare la carrozza anche per eventuali manifestazioni o ricorrenze, previa autorizzazione.
Tutto questo, per dare valore alle nostre tradizioni, favorire lo sviluppo turistico della la nostra città e tutelare il lavoro ai cocchieri.

Quindi, se volete fare un giro in carrozza, non è più il caso di mercanteggiare come una volta, chiedete di vedere il tariffario stabilito dalla legge e…Buon giro in carrozza!

 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Villa Branciforti di Butera a Bagheria

STORIA                   Don Giuseppe Branciforti, principe di Pietraperzia e conte di Raccuja, deputato del regno, già pretore di Palermo ed esponente di uno dei maggiori casati...

Come partecipare al X Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi”

Ancora due mesi per partecipare al X Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi” Ci sono ancora due mesi di tempo per aderire alla decima...

Pasta con crema di zucchine e gamberetti

La pasta con crema di zucchine e gamberetti è un delizioso e delicato piatto che non fa parte strettamente della cucina tipica siciliana, ma...

Il giardino della Cuncuma a Palermo

Forse oggi è una rarità poter ascoltare la parola Cuncuma in un discorso comune tra le nuove generazioni, giocoforza la lentissima ma inesorabile scomparsa...

Carusi, addevi e picciriddi: i bambini in Sicilia

Sono molti i modi in cui chiamiamo i bambini in Sicilia. Dipende dalle diverse province dell’isola dove il termine bambino cambia, pur mantenendo lo...

La Sala delle Donne di Palermo

A Palermo in passato non erano molti i luoghi pubblici dedicati solo alle donne. Eppure pochi sanno che ve ne era uno in particolare...