Biscotti di San Martino

Deliziosi biscotti da preparare in occasione dell''11 novembre festa di San Martino

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
584FollowersSegui

E’ usanza a Palermo l’11 novembre, mangiare i “Biscotti di San Martino”, dei biscotti secchi aromatizzati con semi di finocchio, tipici della tradizione siciliana.  

Biscotti di San Martino, detti anche Sanmartinelli, si preparano molto velocemente, basta impastare gli ingredienti, lasciare lievitare e cuocere in forno.

L’usanza prevede che questi biscotti, particolarmente duri, vengano inzuppati in un vino dolce, marsala, moscato, malvasia o zibibbo di Pantelleria.

Un vecchio proverbio siciliano recita così: a San Martinu ogni mustu è vinu…  a significare che in questo giorno il mosto finisce di fermentare ed è quindi il momento giusto per cominciare ad aprire le botti e gustare il vino nuovo, buono da solo, ma anche per intingere i nostri buonissimi biscotti

Ingredienti

500 g di farina 00

150 g di zucchero semolato

100 g di strutto

30 g di lievito di birra

20 g di semi di anice

5 g di cannella in polvere

Un pizzico di sale

Acqua q.b.

Preparazione

  • Setacciate la farina in una ciotola e versatevi il lievito sciolto in acqua tiepida e mescolare, aggiungete lo zucchero, lo strutto, il sale e i semi di anice.
  • Aggiungete acqua sufficiente per ottenere un impasto morbido ed elastico dalla consistenza della pasta di pane.
  • A questo punto mettete l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e ricavate dei bastoncini spessi poco meno di un dito e di circa 14/15 centimetri di lunghezza e formate delle spirali. Adagiare le forme ben distanziate su una teglia ricoperta con carta da forno. Lasciarle lievitare per almeno due ore.
    Trascorso questo tempo, mettere la teglia in forno preriscaldato a 200 °C. Dopo 10 minuti sfornare i biscotti per due minuti, portare la temperatura del forno a 160 °C e infornarli nuovamente per 20 minuti facendo attenzione che non diventino bruni.
  • A fine cottura, lasciare raffreddare i biscotti di San Martino nel forno spento in modo che si possano tricottare bene.

Provate anche i Biscotti di San Martino ripieni

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Il cipresso di San Benedetto

Il Cipresso di San Benedetto è un vero capolavoro naturale. Alto e solitario, a circa metà del Monte Grifone, su un poggiolo a duecento metri...

Una passeggiata sulle “Mura delle Cattive” a Palermo

Credo che ogni palermitano conosca le cosiddette “Mura delle Cattive” al Foro Italico. E magari si sarà anche chiesto chi erano queste donne così...

I dolci della tradizione pasquale a Palermo

Ogni Festa porta con se caratteristiche pietanze, ecco quali sono i dolci, simbolo della Sicilia, che allietano le nostre tavole nel giorno di Pasqua....

La cannamela: storia dello zucchero in Sicilia

La canna da zucchero, una pianta originaria dell’Indonesia e della Nuova Guinea, si è diffusa gradualmente in Indocina e da lì in tutto il...

Santa Rosalia dei naviganti

Fino ai primi del ‘900, su Monte Pellegrino esisteva una grande statua di Santa Rosalia, circondata da un porticato e situata su un costone...

I Quattro Pizzi all’Arenella, residenza dei Florio

Nel 1844 i Florio, la famiglia più rappresentativa della Palermo di quegli anni, commissionarono al giovane architetto padovano Carlo Giachery la riconfigurazione a residenza...