Cacocciuli ca tappa i l’ovu

Autore:

Categoria:

13,482FansLike
478FollowersSegui
584FollowersSegui

cacocciuli ca tappa

I Cacocciuli ca tappa i l’ovu o Carciofi ripieni con la tappa d’uovo sono un piatto tipico della cucina palermitana. Ca Tappa i l’ovu, vuol dire che il carciofo viene “tappato” utilizzando dell’uovo battuto che una volta fritto salderà perfettamente tutto il condimento interno. Come abbiamo letto precedentemente, nell’articolo “I carciofi alla Villanella“, il carciofo ha tantissime proprietà benefiche per il nostro organismo e quindi vale la pena davvero mangiarlo spesso, quando è il periodo. Esistono vari tipi di carciofi, ma quello che usiamo a Palermo è quello spinoso, molto tenero con foglie consistenti e carnose e gambo ben sodo. Grandi produttori di questo tipo di carciofo sono nella provincia di Palermo, i Comuni di Caccamo,  Sciara, Termini Imerese e Cerda, dove ogni anno si svolge  “la sagra del carciofo” . Molto buona, ritengo, sia questa ricetta che oggi vi propongo, un secondo piatto ricco e gustoso da far leccare i baffi!

  Ingredienticarciofo 6 carciofi freschi 1 cipolla 6 cucchiai di pangrattato 3 uova 2 wustel (o mortadella) Sale e pepe Olio extra vergine d’oliva 1 bottiglia di salsa di pomodoro da 750 gr 1 limone Procedimento:

Pulite i carciofi togliendo le foglie più dure ed eliminando anche le spine. Tagliate le foglie più interne creando un incavo e immergeteli in acqua con il limone spremuto

cacocciuli1Per il ripieno:

Soffriggete una cipolla tagliata sottilmente, unite il pangrattato e rosolatelo insieme alla cipolla, aggiungete un po’ di sale e pepe.  Tagliate i wustel a pezzetti molto piccoli oppure potete grattugiarli, incorporate un uovo e amalgamate il tutto. A parte sbattete due uova. Scolate i carciofi e riempiteli  con il condimento preparato cercando di introdurlo anche  tra le foglie, pressate bene e sistemate i carciofi in un piatto. Quando li avrete riempiti tutti, scaldate in un tegame, che poi dovrà contenere tutti i carciofi,  dell’olio e nel frattempo immergete la parte riempita del carciofo nell’l’uovo sbattuto facendolo assorbire al condimento.  Capovolgete delicatamente cacocciuli3in tegame il carciofo, facendo attenzione a non fare uscire fuori il condimento. Fate dorare fino a quando l’uovo si sarà rappreso, si formerà per tappo una frittatta. Ponete in un recipiente e procedete allo stesso modo anche con gli altri carciofi. Non appena i carciofi saranno tutti tappati, riporli col torsolo in giù nella pentola con l’olio rimasto e irrorate con la salsa di pomodoro. Aggiustate di sale e pepe e fate cuocere per circa 30 minuti.

 Buon Appetito!

 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Da Lunedì 17 maggio, prenotazioni vaccini a over 40

Da lunedì 17 maggio inizieranno le prenotazioni per tutti gli over 40 indistintamente anche in Sicilia L’estensione della somministrazione del siero – per i nati...

Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria

Sita nel cuore del centro storico, in Piazza Bellini, una delle più importanti piazze della città, da sempre uno dei punti focali della vita...

La Sicilia torna in zona gialla

Da lunedì mattina la Sicilia sarà zona gialla. Il passaggio di fascia ridarà ai siciliani la libertà di spostarsi al di fuori del proprio comune...

Vaccini per gli over 50, via alle prenotazioni

Dalle ore 20 di giovedì 6 maggio in Sicilia chi ha tra 50 e 59 anni potrà effettuare la prenotazione per la vaccinazione sulla piattaforma...

Pedonalizzazione del lungomare di Mondello

Modalità di pedonalizzazione del lungomare di Mondello. La pedonalizzazione sarà articolata in due fasi. Dal 15 giugno, sarà pedonale il tratto di via Regina Elena...

Certificazioni verdi Covid-19, cosa sono e come ottenerli

Il nuovo  decreto del Governo, con le novità legislative applicabili al 26 aprile in materia di contrasto alla diffusione del Coronavirus, introduce la tanto attesa Certificazione Verde...