Le cassatelle siciliane con ricotta

Le Cassatelle fritte alla crema di ricotta, sono un dolce tipico di Carnevale dalla tradizione siciliana

Autore:

Categoria:

13,528FansLike
478FollowersSegui
576FollowersSegui

Le cassatelle, sono degli ottimi dolcetti fritti, con dentro un delizioso ripieno di ricotta e gocce di cioccolato.
Sono dolci tipici siciliani e precisamente della provincia di trapani, ma amati e venduti in tutta la Sicilia. In provincia di Palermo precisamente a Partinico e Lascari li possiamo trovare con un ripieno di ceci,  cannella e cioccolata.

Ingredienti

Per la pasta:

  • 500 g di farina 00
  • 75 g di zucchero
  • 2 bicchierini di caffè  di Marsala
  • 120 g di strutto
  • Un tuorlo d’uovo
  • cannella
  • 1/2 scorza di limone grattugiata
  • 10 g di sale
  • Olio per friggere

Per la crema di ricotta:

  • 500 g di ricotta di pecora
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di gocce di cioccolato
  • Cannella in polvere q.b.

Disporre la farina setacciata su di una spianatoia, aggiungete il sale, lo zucchero, lo strutto tagliato a pezzetti, la scorza di limone grattugiata, un pizzico di cannella e il tuorlo d’uovo. Cominciare a impastare gli ingredienti, aggiungendo via via il  Marsala a filo fino a ottenere una pasta liscia e omogenea. Formare una palla, avvolgerla con una pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno un’ora.

Mettere la ricotta a sgocciolare in un colino e riporla in frigorifero, quindi setacciarla, mescolarla per bene in una terrina insieme allo zucchero e aggiungere le gocce di cioccolato e la cannella a piacere.

Trascorso il tempo di riposo in frigo, uscire la pasta e tenderla in una sfoglia sottile. Ricavatene  dei dischetti  di circa 10/12 centimetri di diametro.  Su una metà di ciascun dischetto mettete un cucchiaio di crema di ricotta, spennellate  i bordi con gli albumi sbattuti rimasti  e coprite con l’altra metà formando una mezzaluna. Pressate i bordi con le dita e rifiniteli con una forchetta o con la rotella.
Friggete le Cassatelle in abbondante olio caldo e, rigirateli e non appena diventano dorate, scolatele e fate le perdere l’olio in eccesso su carta assorbente.
Cospargete con zucchero a velo e cannella.

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

La storia della manna in Sicilia

La storia della manna in Sicilia ha radici molto antiche, risalgono probabilmente agli arabi che importarono nella "terra del sole" i frassini da manna,...

La Chiesa dei Naufragati e il Serraglio di Palermo

Nella nostra visione “moderna”, i nomi di alcuni luoghi di Palermo suonano piuttosto curiosi, come ad esempio quello della chiesa che si trova lungo...

Bonus cultura: una guida per aiutare i diciottenni a capire come utilizzarlo

Come usare il bonus Cultura 18app? È un'iniziativa del Ministero per i giovani ed è dedicata a promuovere la cultura! Se sei nato nel 2002 e...

Villa Trabia

Com'è abbastanza noto, sin dal XVII secolo presso l'aristocrazia siciliana, che possedeva già sontuosi palazzi a Palermo, si era affermata la consuetudine di costruire...

Chiesa del Carmine: dentro il cuore di Ballarò

Quante volte, da ragazzo, sono passato davanti al portone della chiesa del Carmine senza accorgermi della sua esistenza? Gli anni della prima adolescenza, quando...

Rosalia Sinibaldi “la Santuzza”, Signora di Palermo

Rosalia Sinibaldi non è soltanto un’immagine ritratta in uno dei quadri presenti all’interno della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis, né una rappresentazione lapidea che...