Polpo in insalata

L'insalata di polpo è un secondo piatto fresco tipico della cucina mediterranea, un tipico antipasto siciliano che troverete in tutti i ristoranti e trattorie di mare di tutta la Sicilia.

Autore:

Categoria:

16,020FansLike
478FollowersSegui
596FollowersSegui

L’insalata di polpo è un secondo piatto fresco tipico della cucina mediterranea, un tipico antipasto siciliano che troverete in tutti i ristoranti e trattorie di mare di tutta la Sicilia.
In Sicilia i pescatori sono soliti batterli sugli scogli, si dice che  il polpo si ammorbidisca.
Il polpo da fare in insalata è il Polpo di scoglio più pregiato e soprattutto più adatto alla lessatura, si riconosce dalla doppia fila di ventose sui tentacoli e dalle dimensioni maggiori.

INGREDIENTI

1 Polpo  1 kg
Sale
PER CONDIRE
Carote 1
Sedano 1 costa
Prezzemolo 1 mazzetto
Succo di 1 limone
Olio extravergine d’oliva q.b.
Pepe nero 1 pizzico
Sale fino 1 pizzico



Lavate il polpo sotto acqua corrente strofinandolo bene per eliminare la patina viscida che lo ricopre e rimuovete il becco con l’aiuto di un coltellino affilato.
Mettete a bollire una pentola d’acqua, salatela e quando raggiunge il bollore immergete per 3 volte il polpo, tenendolo da un tentacolo, per farlo arricciare poi buttatelo giù. Fate cuocere a fuoco molto basso per 40-50 minuti, coperto. Ogni tanto eliminate la schiuma che si forma.

Passato il tempo indicato, lasciate intiepidire il polpo nella stessa acqua in modo che risulti morbido.

Mettete il polpo in un tagliere, tagliuzzate i tentacoli, pulite la testa dal suo interno e tagliatela a pezzetti, aggiungete la carota tagliata a rondelle, il prezzemolo, sale e pepe, olio extravergine d’oliva e il succo di un limone spremuto.

Potete servirlo  con contorno di patate novelle bollite e olive

L’antipasto è servito!

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Biscotti “tetù”

Un classico della pasticceria siciliana del periodo dei morti sono i biscotti "tetu e teio", "uno a te e uno a me”  perché uno...

Giacomo Serpotta: grande stuccatore d’Europa

Giacomo Serpotta (all’anagrafe Giacomo Isidoro Nicolò Serpotta) nacque a Palermo nel quartiere della Kalsa il 10 marzo del 1656. Secondogenito, dopo Giuseppe, di Gaspare...

Via Cala

La via Cala (o semplicemente Cala) va dal Foro Umberto I alle vie S. Sebastiano e Francesco Crispi. Il termine Cala proviene probabilmente dall’arabo “kalak”,...

Via Giovanni Campolo

Dalla via Lancia di Brolo alla via Serradifalco. Giovanni Campolo (Iohanni Campulu de Missina) fu un monaco francescano vissuto a Messina nel XIV secolo. Fu un...

Le cassatelle siciliane con ricotta

Le cassatelle, sono degli ottimi dolcetti fritti, con dentro un delizioso ripieno di ricotta e gocce di cioccolato. Sono dolci tipici siciliani e precisamente della...

La tradizione dell’Immacolata in cucina

La festa dell'Immacolata inaugura il periodo delle festività natalizie e a Palermo devozione e tradizione si fondono facendo di questa ricorrenza una delle feste...