Quando a Palermo si faceva la corrida

Autore:

Categoria:

corrida palermoLa corrida, come ben sappiamo, è una lotta con i tori di provenienza iberica, secondo alcuni, antica come la Spagna stessa. Discendente dalle tauromachie greche e romane, questa tradizione oggi suscita un forte dissenso da parte degli animalisti, che ne vorrebbero l’immediata interruzione a causa delle indubbie sofferenze causate al toro.

Nella Palermo antica, durante e dopo la dominazione spagnola, questo tipo di spettacoli era molto in voga e applaudito dal popolo, senza distinzione di ceto o età, tuttavia non si trattava delle corride che conosciamo oggi. Questi spettacoli erano più comici che cruenti e miravano a sbeffeggiare il toro, senza ferirlo o ucciderlo.
Certo non si può dire che tali spettacoli non fossero crudeli, secondo i moderni metri di giudizio. I tori erano spesso punzecchiati con lunghi bastoni dai toreri, che dopo averli aizzati andavano a nascondersi in delle apposite buche, dove la furia del toro non poteva raggiungerli. In alcuni casi gli spettacoli coinvolgevano anche altri animali, ad esempio dei poveri gatti che per il diletto del pubblico venivano legati alle corna del bovino, innescando una reciproca lotta.
Tali rappresentazioni si svolgevano tradizionalmente nel Piano del Palazzo, odierna villa Bonanno, dove il pubblico accorreva festoso per assistere all’umiliazione, spesso incruenta, del povero animale.

La vera corrida arrivò invece a Palermo in tempi più moderni, durante l’Esposizione Nazionale del 1891. In questa occasione numerose manifestazioni vennero organizzate in città, tra cui anche corse di cavalli, gare di tiro a segno e brevi voli (o meglio semplici ascensioni) in mongolfiera. Tra queste e molte altre attrazioni, vi fu anche la corrida spagnola, nella quale per la prima volta i palermitani assistettero al violento spettacolo, restando tuttavia inorriditi. Numerose iniziative vennero prese affinché si bandisse questa manifestazione disumana e alla fine, di fronte al gran numero di lamentele, la questura di Palermo decise di vietare l’esibizione della corrida de toros, dando voce ad uno dei primi movimenti ambientalisti che la Sicilia ricordi.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

11,036FansLike
478FollowersSegui
557FollowersSegui
Samuele Schirò
Samuele Schirò
Direttore responsabile, redattore e fotografo di Palermoviva. Amo Palermo per la sua storia e cultura millenaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Nuovo dpcm, tutte le misure adottate dal Governo.

25 ottobre 2020 Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm 24 ottobre contenente le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19. Il...

Al via il servizio online per il cambio di domicilio

24 Ottobre 2020 - Il servizio online di Cambio domicilio entrerà in vigore da lunedì 26 ottobre e consentirà ai cittadini di effettuare il...

Il giorno dei morti raccontato da Andrea Camilleri

Fino al 1943, nella nottata che passava tra il primo e il due di novembre, ogni casa siciliana dove c’era un picciliddro si popolava...

Ecco cosa prevede la nuova ordinanza di Musumeci

Ordinanza del 24 ottobre 2020 Circolazione e spostamenti Per evitare assembramenti, su tutto il territorio regionale, dalle 23 alle 5, sono limitati gli spostamenti con ogni...

Torna a Palermo “Le vie dei tesori”. Tutti i luoghi aperti alle visite

Le Vie dei Tesori è tra i più grandi Festival italiani dedicati alla valorizzazione del patrimonio culturale, monumentale e artistico delle città di Palermo ma anche della Sicilia.

Movida palermitana: le nuove regole

Dal 17 ottobre sarà vietata la vendita di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle ore 21 alle ore 6 del giorno successivo da parte degli...