Scorze d’arancia al cioccolato

Piccoli dolcetti sfiziosi realizzati con sole bucce di arance bio, zucchero e cioccolato fondente

Autore:

Categoria:

13,528FansLike
478FollowersSegui
576FollowersSegui

Le scorze d’arancia candite sono uno degli ingredienti principali della pasticceria siciliana, usate per decorare le cassate, i cannoli. Le scorze d’arancia al cioccolato sono dei piccoli dolcetti sfiziosi realizzati con sole bucce di arance bio, zucchero e cioccolato fondente, tipiche del periodo natalizio ma ovviamente realizzabili in ogni periodo che ci sono le arance.

Ingredienti

  • 2 Arance (non trattate)
  • 250Zucchero
  • 250 ml Acqua
  • 100Cioccolato fondente

Procedimento

Lavate accuratamente le arance, incidetele con un coltello nel senso della lunghezza e sbucciatele delicatamente facendo attenzione a non romperle. Rimuovete dalle bucce qualsiasi residuo di polpa e tagliate delle strisce verticali, spesse poco più di 1/2 cm. Portate a ebollizione una pentola d’acqua e buttate dentro le scorze d’rancia, fatele bollire per 3 minuti, scolatele e gettate via l’acqua; ripetete l’operazione per altre 3 volte, in modo che le scorze d’arancia perderanno il loro sapore amaro. A questo punto preparare in un tegame uno sciroppo di acqua e zucchero. Mettete in una pentola l’acqua, lo zucchero e le scorze d’arance precedentemente sbollentate, accendete il fuoco e fate bollire per circa 15 min affinché lo zucchero diventi uno sciroppo. Scolate le striscioline d’arancia e riponetele su di una gratella in modo che si raffreddino e si asciughino completamente.
A questo punto sciogliete il cioccolato fondente o a bagnomaria, prendete ogni strisciolina d’arancia e immergetene metà nel cioccolato riponetele nella gratella. Lasciate asciugare le scorze d’arancia al cioccolato per un paio d’ore a temperatura ambiente.

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

La storia della manna in Sicilia

La storia della manna in Sicilia ha radici molto antiche, risalgono probabilmente agli arabi che importarono nella "terra del sole" i frassini da manna,...

Villa Trabia

Com'è abbastanza noto, sin dal XVII secolo presso l'aristocrazia siciliana, che possedeva già sontuosi palazzi a Palermo, si era affermata la consuetudine di costruire...

Bonus cultura: una guida per aiutare i diciottenni a capire come utilizzarlo

Come usare il bonus Cultura 18app? È un'iniziativa del Ministero per i giovani ed è dedicata a promuovere la cultura! Se sei nato nel 2002 e...

Chiesa del Carmine: dentro il cuore di Ballarò

Quante volte, da ragazzo, sono passato davanti al portone della chiesa del Carmine senza accorgermi della sua esistenza? Gli anni della prima adolescenza, quando...

L’urna con le ossa di Santa Rosalia

Fra qualche giorno ricorrerà il 397° festino della nostra amatissima patrona Santa Rosalia, ma anche quest’anno ci toccherà rinunciare alla sfilata del carro trionfale...

Rosalia Sinibaldi “la Santuzza”, Signora di Palermo

Rosalia Sinibaldi non è soltanto un’immagine ritratta in uno dei quadri presenti all’interno della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis, né una rappresentazione lapidea che...