Taralli siciliani

Autore:

Categoria:

taralli siciliani1I Taralli sono dolci tradizionali siciliani ricoperti di glassa di zucchero al limone, morbidi, profumati e aromatizzati all’anice. In Sicilia li troviamo in tutti i panifici e biscottifici per le festività dei morti, ma è ovvio che un biscotto puoi mangiarlo quando vuoi, se poi è appena sfornato! Una prelibatezza per ogni palato.

 

Ingredienti

Per la pasta dei taralli:

  • 1 kg di farina 00
  • 300 g di zucchero semolato
  • 200 g di strutto
  • 4 uova
  • Una bustina di lievito per dolci
  • 10 g di ammoniaca per dolci
  • Un cucchiaio di semi di anice
  • Qualche goccia di estratto di anice (Tutone)
  • Latte q.b.
  • Un limone
  • Un pizzico di sale

Per la glassa:

  • 500 g di zucchero a velo
  • 1 limone
  • 40 ml di latte.
    Mettere in una spianatoia la farina setacciata il lievito, le uova, lo strutto ammorbidito, lo zucchero, il succo e la scorza grattugiata del limone, l’ammoniaca, i semi di anice, qualche goccia di estratto d’anice e impastare. Una volta che gli ingredienti si saranno ben amalgamati, aggiungere un pizzico di sale e il latte a filo fino ad ottenere un impasto abbastanza liscio, morbido  e compatto. Ricavare due bastoncini spessi 1 cm circa che avvolgerete su se stessi, tagliare ogni 12-15 centimetri, quindi chiudeteli a ciambelline.

    Posare quindi i taralli su una teglia rivestita di carta forno a una distanza di 2 cm circa e passare il tutto in forno preriscaldato a 180 °C per mezz’ora circa.

    Per la glassatura

    Sbattere bene lo zucchero a velo con il latte e il succo di tre limoni. Spennellare la glassa sulla parte superiore dei taralli, che andranno quindi riposti in forno a 150 °C. Trascorsi 5 minuti, tirare fuori i taralli dal forno e lasciarli raffreddare a temperatura ambiente prima di consumarli.

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Insalata di mare

L'insalata di mare è un antipasto a base di pesce, ricco e gustoso che troverete in tutti i ristoranti e trattorie della Sicilia. Ideale...

Palazzo Butera

Il grandioso Palazzo Butera, una vera e propria reggia, sorge nella omonima via Butera nel cuore dell’antico quartiere della Kalsa, dove agli inizi del...

Piazza Luigi Sturzo

La piazza Luigi Sturzo si trova tra le vie Domenico Scinà, dello Spezio, Roma e Benedetto Gravina. Luigi Sturzo, o Don Sturzo, fu un sacerdote,...

Piazzetta Croce alla Guadagna

La piazzetta Croce alla Guadagna si trova tra le vie Buonriposo, Guadagna, Villagrazia, Santi Sirena, S. Maria di Gesù e Fichidindia. Secondo la tradizione in...

La Pietra di Palermo e i suoi misteri non ancora risolti

Avete mai sentito parlare della Pietra di Palermo? Cosa è? Perché è importante? Quali misteri ancora nasconde? Perché, pure essendo custodita nel Museo archeologico...

Architettura Arabo Normanno a Palermo e Monreale

Si ringrazia la Designer Giuliana Flavia Cangelosi, laureata in Disegno Industriale la cui Tesi di Laurea è un Diario di viaggio sull'Architettura arabo-normanna a Palermo...