Biscotti reginelle o inciminati

Semplici biscotti croccanti molto diffusi a Palermo

Autore:

Categoria:

13,528FansLike
478FollowersSegui
576FollowersSegui

Le reginelle sono tradizionali biscotti siciliani, conosciute anche come “biscotti inciminati” perchè interamente ricoperti da semi di sesamo, detto in siciliano “cimino”o “giuggiulena”.
Sono semplici biscotti croccanti, buoni, friabili, fragranti e vi assicuro, uno tira l’altro, davvero irresistibili!
A Palermo li troverete facilmente in  tutti i panifici che li espongono in bella vista, tanto da indurti spessissimo a comprarli.
Da dove derivi questo imponente nome “reginelle” non si sa , visto che di regale e lussuoso non hanno nulla tranne che la bontà e la semplicità di un semplice biscotto preparato anche in povere case.


INGREDIENTI

500 g di farina
150 g di strutto o burro
200 g di zucchero
2 uova
un po’ di sale
latte
scorza di 1 limone
semi di sesamo (circa 200 g)
1/2 bustina di lievito

PROCEDIMENTO

Disponete la farina sul piano di lavoro, unite lo strutto, il lievito, lo zucchero, le uova, la buccia grattugiata del limone e un po’ di latte, impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. formate una palla, coprite e riponete in frigo per circa 1 ora. 

Passato il tempo indicato formate tanti cilindretti di circa 5/6 cm, e passateli nei semi di sesamo.
Disponeteli su di una placca foderata con carta forno e cuocete in forno caldo a 180° per 15 minuti circa. Appena caldi questi biscotti sono friabili, una volta raffreddati diventano più croccanti.  Potete conservarli in una scatola di latta.

 

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

4 COMMENTI

  1. Ne ho provate tante ma questa è la ricetta che cercavo , ho fatto doppia dose ed è proprio vero uno tira l’altro. Grazie per la ricetta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

La storia della manna in Sicilia

La storia della manna in Sicilia ha radici molto antiche, risalgono probabilmente agli arabi che importarono nella "terra del sole" i frassini da manna,...

Villa Trabia

Com'è abbastanza noto, sin dal XVII secolo presso l'aristocrazia siciliana, che possedeva già sontuosi palazzi a Palermo, si era affermata la consuetudine di costruire...

Bonus cultura: una guida per aiutare i diciottenni a capire come utilizzarlo

Come usare il bonus Cultura 18app? È un'iniziativa del Ministero per i giovani ed è dedicata a promuovere la cultura! Se sei nato nel 2002 e...

Chiesa del Carmine: dentro il cuore di Ballarò

Quante volte, da ragazzo, sono passato davanti al portone della chiesa del Carmine senza accorgermi della sua esistenza? Gli anni della prima adolescenza, quando...

L’urna con le ossa di Santa Rosalia

Fra qualche giorno ricorrerà il 397° festino della nostra amatissima patrona Santa Rosalia, ma anche quest’anno ci toccherà rinunciare alla sfilata del carro trionfale...

Rosalia Sinibaldi “la Santuzza”, Signora di Palermo

Rosalia Sinibaldi non è soltanto un’immagine ritratta in uno dei quadri presenti all’interno della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis, né una rappresentazione lapidea che...