Busiate al pesto trapanese

Autore:

Categoria:

Dalle esportazioni genovesi al tipico pesto siciliano

Leggendo la storia si evince che “l’agghia pistata” (aglio pestato) che forma il pesto alla trapanese, ottenuto con ingredienti freschi e a crudo, sia frutto delle esportazioni genovesi. Anticamente, infatti, provenivano dall’estremo oriente con le loro navi e attraccavano al porto di Trapani.

I genovesi fecero conoscere le loro tradizioni culinarie (il pesto, l’agliata…), e i trapanesi unirono quello che la Sicilia offriva: le mandorle, i pomodori, il basilico e l’olio extravergine di oliva. Con il passare degli anni, il pesto alla trapanese si diffuse in tutta la provincia. Le busiate (maccheroni attorcigliati con il buso, che è il fusto della disa) sono la pasta che si abbina perfettamente al pesto alla trapanese.

I sapori e i colori sono forti come forte e colorata è la Sicilia e la sua gente. Diverse sono le varianti:si può aggiungere della menta, oppure una spolverata di “muddica atturrata” cioè pangrattato tostato in padella; ma la cosa più frequente è quella di accompagnare la pasta con frittura di pesce, o melenzane fritte, o patate fritte, o sasizza arrustuta (salsiccia arrostita), oppure quanto altro si possa abbinare.Una ricetta abbastanza semplice, veloce e soprattutto fresca.

Ingredienti: (per 4 persone)

Busiate gr. 400;
pomodoro fresco gr. 500;
4 spicchi d’aglio;
mandorle pelate crude gr. 60;
20 – 30 foglie di basilico fresco;
olio extravergine di oliva,
pepe nero, sale q.b;
percorino a piacere.

Procedimento: 

  1. in una pentola ponete il pomodoro con dell’acqua molto calda e lasciateli riposare per 5 minuti così che la pelle si tolga con facilità;
  2.  spellateli e tagliateli a pezzettini piccolissimi;
  3. in un mortaio metti l’aglio, il basilico e un po’ di sale, pesta il tutto fino ad ottenere una “crema”. Metti il pesto ottenuto nella ciotola con il pomodoro tagliato;
  4. aggiungi le mandorle e riducile in poltiglia, pestandole nel mortaio; unitelo,quindi, al pomodoro insieme ad una generosa quantità di olio e qualche cucchiaio di pecorino;
  5. lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente. Ponete le busiate sul piatto e condite con il pesto (non va riscaldato).

Gloria Migliore

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

11,028FansLike
478FollowersSegui
557FollowersSegui
Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Movida palermitana: le nuove regole

Dal 17 ottobre sarà vietata la vendita di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle ore 21 alle ore 6 del giorno successivo da parte degli...

Torna a Palermo “Le vie dei tesori”. Tutti i luoghi aperti alle visite

Le Vie dei Tesori è tra i più grandi Festival italiani dedicati alla valorizzazione del patrimonio culturale, monumentale e artistico delle città di Palermo ma anche della Sicilia.

La Frutta Martorana

La frutta Martorana è un dolce tipico siciliano, che si consuma soprattutto durante il periodo dei morti. Un po' di storia: In italiano è chiamata marzapane...

Panificazione. Apertura domenicale

Dal prossimo 18 ottobre le attività di panificazione da parte degli esercenti autorizzati potranno svolgersi a Palermo anche la domenica, perché cessino entro le...

Storie e curiosità della Chiesa di San Giovanni degli Eremiti

Situato nelle vicinanze del Palazzo Reale, nel cuore della Palermo storica, si trova un inconfondibile simbolo di Palermo. Stiamo parlando della Chiesa di San...

Ecco cosa prevede il nuovo dpcm, tutte le misure adottate dal Governo

13 ottobre 2020 Vietate le feste private al chiuso o all’aperto Raccomandato di evitare di ricevere in casa più di sei familiari o amici con...