Carciofi a sfincione

Autore:

Categoria:

Dal sapore unico e intenso i Carciofi a Sfincione sono un piatto tipico di Palermo, che noi palermitani siamo soliti chiamare in dialetto “Cacuoccioli a’ Sfinciuni”!
Così in occasione della sagra del carciofo che si tiene in questi giorni a Cerda, vi regalo un piatto tipico della tradizione siciliana, davvero semplice da preparare, gustoso e delizioso anche da freddo, per noi è un contorno ideale a tavola!

Ingredienti:
80 ml salsa di pomodoro
50 g cacio cavallo grattugiato
6 carciofi
3 cipolle bianche
2 acciughe
q.b. olio Evo
q.b. origano
q.b. sale
1/2 limone

Procedimento:
1. per prima cosa pulite i carciofi, tagliando le foglie esterne più dure, la peluria interna e i gambi alla base.
2. Tagliate i carciofi a fettine molto sottili e metteteli a bagno in acqua e limone (spremuto) per 30 minuti circa, in modo da non farli ossidare.
3. Tagliate così le cipolle a fette e fatele cuocere con un poco d’acqua (giusto a filo con le cipolle) insieme alle acciughe.
4. Non appena le cipolle iniziano ad ammorbidirsi, unite la salsa di pomodoro, l’olio EVO, il sale e fatele cuocere fino a cottura ultimata.
5. Ungete così una teglia con dell’olio EVO e sistemate il primo strato di carciofi.
6. Aggiungete il condimento di sfincione e uniformatelo per tutta la superficie.
7. Cospargete del pan grattato, un po’ di origano e del cacio cavallo grattugiato in superficie.
8. Rivestite così la teglia con della carta alluminio e infornate i carciofi in forno preriscaldato, ventilato a 200° per 45 minuti circa.

Trucchi del mestiere:
il carciofo per essere fresco deve presentare un gambo robusto e una forma affusolata chiusa; potete conservare i carciofi in un contenitore chiuso ermeticamente per 2-3 giorni in frigo

Floriana Fontana
Blog

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

12,151FansLike
478FollowersSegui
567FollowersSegui
Floriana Fontana
Floriana Fontana
Classe '91, una giurista dall’anima creativa. La mia passione? Preparare ricette, scrivere di cibo, parlare della mia Sicilia, andare a caccia di eventi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Emergenza freddo! Attivo nuovo numero telefonico per aiutare i senzatetto della città

Emergenza freddo! Per i cittadini che volessero segnalare la presenza di persone senza dimora che necessitano di assistenza, è sempre attivo h24 il numero della...

La storia del traffico a Palermo

Il traffico a Palermo è sempre stato una “piaga terribile”, per citare un famoso film di Roberto Benigni. Sebbene oggi la situazione del centro...

Bonus Luce – Gas – Acqua

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico sono riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano...

La Chimica Arenella, storia di un’eccellenza perduta

Il nome di Chimica Arenella forse non dirà niente ai più giovani, mentre qualcuno forse ne ricorderà le vicende passate, purtroppo molto spesso costituite...

La chiesa nascosta sotto la Cappella Palatina

Dentro il Palazzo dei Normanni, fiore all’occhiello di Palermo, si trova la semi sconosciuta Chiesa di Santa Maria delle Grazie, spesso impropriamente scambiata per...

Da dove viene il termine Locco?

Dopo aver analizzato le origini del termine Babbasone, andiamo a ricercare le origini di un altro aggettivo molto popolare a Palermo. Locco è un...