Polpetti murati

Autore:

Categoria:

I Polpetti murati, ovvero i “Purpicieddi murati”, devono il nome al metodo di cottura, in quanto cucinati assolutamente con il coperchio, quindi murati, cosa che permette ai polpetti, di cuocersi lentamente mantenendo  tutto il loro squisito sapore.

Per questo particolare piatto si usano i moscardini, polpetti di piccola taglia che hanno una sola fila di ventose, sono di colore bruno o grigio chiaro, e vengono anche chiamati “agostiniani” perché pare che il periodo migliore per pescarli piccoli è il mese di Agosto.
Questo piatto in tanti ristoranti palermitani viene anche servito come antipasto con dei crostini o sopra delle bruschette, per non parlare del loro sugo che possiamo usare per condire degli spaghetti.

Ingredienti:
1 kg di polpetti
1 cipolla grossa
olio extra vergine d’oliva
prezzemolo
400 gr di polpa di pomodori pelati
una noce di burro
1 bicchiere di vino bianco
sale e pepe.

Preparazione:

Pulire bene i polpetti avendo cura di  togliere gli occhi e le parti dure che stanno sotto la testa.
Affettare la cipolla e farla imbiondire con una noce di burro e un po’ d’olio, versare il pomodoro pelato  a pezzetti e aggiustare di, sale e pepe. Non appena bolle versare i polpetti e chiudere il coperchio, tenere la fiamma alta per 5 minuti circa. Aggiungere un bicchiere di vino, far evaporare, aggiungere un po’ di prezzemolo e chiudere il coperchio facendo cuocere i polpetti a fuoco medio basso per altri 15 minuti “murati” senza aprire mai il coperchio.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

11,180FansLike
478FollowersSegui
557FollowersSegui
Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

La Cassata Siciliana

  La storia della cassata siciliana Dall'arabo "qas'at" anche la cassata ha la sua leggenda. Si racconta infatti che un pastore saraceno stava impastando della ricotta...

I nettascarpe, pezzetti di storia quasi dimenticati

Passeggiando per il centro storico di Palermo, ma anche negli altri centri storici siciliani, non è raro imbattersi in dei curiosi arnesi metallici piantati...

Come prenotare un tampone gratuito on-line

16 novembre 2020 La Regione Siciliana ha avviato un progetto per il tracciamento del contagio da Covid-19 sulla cittadinanza residente sul territorio regionale, attraverso periodiche...

Una notte al Covid hospital di Palermo

Spesso non ci rendiamo davvero conto di cosa c'è, di cosa si prova e come ci si sente dentro ad un reparto Covid. Come...

Enna: storia di una città tra mito e realtà

Anticamente era il centro del culto di Demetra-Cerere e della figlia Kore-Persefone, divinità della terra legate alla fertilità e all’attività agraria. Le fonti classiche...

Coronavirus in Sicilia cosa fare in caso di contagio

Cosa fare se sei venuto in contatto con una persona risultata positiva o hai il sospetto di avere contratto il virus o questo sospetto...