Pasta con pesce spada e melanzane

Autore:

Categoria:

pesce spada e melanzaneLa pasta con pesce spada e melanzane è un primo piatto molto usato in Sicilia, tanto da essere considerato tra i piatti tipici regionali. Il segreto della bontà di questo piatto è la freschezza degli ingredienti.
Una ricetta facile che lascia sempre un buon ricordo a chi la mangia.


INGREDIENTI (per 4 persone)

1  grossa melanzana
2 fette di pesce spada, fresco, circa 400 gr.
6 o 7 pomodori maturi
350 gr di pasta (spaghetti o caserecce)
2 spicchi d’aglio
peperoncino
sale e pepe
olio extra vergine d’oliva
un mazzettino di menta fresca.

Piccoli passaggi per un grande risultato in cucina!

1. Tagliare una melanzana a piccoli dadini, se avete usato quella lunga e nera, aggiungere del sale e metterla a scolare per circa un ora, affinché perda l’amaro. Se non avete tanto tempo potete usare, invece, una melanzana tunisina, quella tonda e viola, che non necessita di questa operazione e di questo tempo.
Friggete la melanzana in olio, preferibilmente d’oliva, visto che deve condire un buon piatto di pasta, scolarla e metterla in un piatto.
2. Tagliare il pesce spada a dadini, dopo averlo privato della pelle e metterlo in una ciotola.
3. Pelare 6 o 7  pomodori maturi, privateli dei semi, tagliateli a pezzetti e riporli in un’altra ciotola.

In una padella antiaderente fate soffriggere l’olio con l’aglio, aggiungete il pesce spada, salate leggermente e aggiungete un po’ di peperoncino. A questo punto aggiungete anche il pomodoro, aggiustate di sale, aggiungete un po’ di pepe e coprite per circa 5 minuti. Unite le melanzane precedentemente fritte, la menta spezzettata e coprire con un coperchio per due minuti circa in modo che si insaporisca il tutto.
Ora il sugo è pronto!

Lessate la pasta in abbondante acqua salata e scolatela al dente. Conditela col sugo Decorate ogni piatto con qualche fogliolina di menta.
Servite subito e accompagnatela con un buon vino bianco fresco.

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare anche...

Il miracolo della grotta del canuzzo, storia di una chiesa abbandonata

A Palermo, nella moderna zona di via Montepellegrino, si trova un antico rudere, ciò che resta di una chiesetta ormai abbandonata. La sua particolarità...

La fonte miracolosa dei Teatini

Sotto la splendida chiesa di San Giuseppe di Teatini, nasce una fonte d’acqua visitata da secoli da migliaia di fedeli. Perché? Si dice che...

Torre di San Nicolò all’Albergheria

Proprio vicino alla Chiesa di San Nicolò di Bari all’Albergheria, sorge una slanciata costruzione quadrangolare con i conci ben squadrati, si tratta della trecentesca...

Palazzo Abatellis: da palazzo nobiliare a Galleria Regionale

Palazzo Abatellis sorge nell'antico quartiere della Kalsa, lungo una delle strade più antiche e rappresentative della città, la medievale “Ruga nova de Alamannorum” (strada...

Comu rissi l’anticu: l’origine dei detti popolari a Palermo

Mio padre diceva: "comu rissi l'anticu..." quando citava uno dei suoi detti popolari, ma chi fosse questo fantomatico saggio non l'ha mai saputo spiegare....

Orecchiette con broccoletti siciliani

Le orecchiette con broccoli sono un primo piatto delizioso, della cucina italiana. In realtà è un piatto pugliese realizzato con le cime di rapa, ma che noi in...