Zuppa di lenticchie

Un classico della cucina siciliana, ottima sostituta di una bistecca e amata da grandi e piccini

Autore:

Categoria:

13,528FansLike
478FollowersSegui
576FollowersSegui

La potete gustare al naturale con dei crostini di pane abbrustolito o passarla nel passaverdure per ottenere una delicata vellutata o aggiungendo della pasta che può variare di formato o spaghetti tagliuzzati, o ditalini o conchigliette, insomma quello che più preferite. Una ricetta semplice genuina e che fa tanto bene perché ricca di ferro, vitamine e sali minerali.
La Sicilia è un’ottima produttrice di lenticchie ottime le lenticchie di Ustica piccole, tenere, saporite e dal colore marrone scuro e di Villalba di dimensioni piuttosto grandi

  • 400 g di lenticchie piccole
  • 2 carote
  • 1 cipolla piccola
  • 2 pomodori maturi o 2 cucchiai di pelati in scatola
  •  olio extravergine di oliva

Lavare bene le lenticchie e lasciarle per circa 2 ore a bagno in acqua fredda, trascorso il tempo di ammollo, scolatele con un colino. A questo punto avete due possibilità, o mettete insieme lenticchie, cipolla tritata, carote grattugiate e pomodoro in una pentola e coprite d’acqua, per una zuppa più dietetica, oppure prima soffriggete la cipolla con le carote, aggiungete il pomodoro e in seguito le lenticchie e coprite sempre d’acqua necessaria alla cottura. Come diciamo in Sicilia, ciò che è soffritto è sempre più buono, ma vi assicuro che la zuppa di lenticchie è sempre buona anche se non soffriggiamo prima le verdurine. Aggiustate di sale e pepe e cuocete a fiamma dolce per circa 50 minuti. Ricordate di mescolare spesso perché i legumi tendono ad attaccarsi sul fondo della pentola.
Appena cotte condite con olio extra vergine d’oliva e servite come più preferite. Se desiderate mangiare la pasta con le lenticchie, aggiungete del’acqua e quando raggiungerà il bollore, aggiungete la pasta che più vi piace, mescolate spesso vi raccomando!

 

Ti è piaciuto? Condividilo con gli amici!

Rimani aggiornato su Telegram

Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

La storia della manna in Sicilia

La storia della manna in Sicilia ha radici molto antiche, risalgono probabilmente agli arabi che importarono nella "terra del sole" i frassini da manna,...

Villa Trabia

Com'è abbastanza noto, sin dal XVII secolo presso l'aristocrazia siciliana, che possedeva già sontuosi palazzi a Palermo, si era affermata la consuetudine di costruire...

Bonus cultura: una guida per aiutare i diciottenni a capire come utilizzarlo

Come usare il bonus Cultura 18app? È un'iniziativa del Ministero per i giovani ed è dedicata a promuovere la cultura! Se sei nato nel 2002 e...

Chiesa del Carmine: dentro il cuore di Ballarò

Quante volte, da ragazzo, sono passato davanti al portone della chiesa del Carmine senza accorgermi della sua esistenza? Gli anni della prima adolescenza, quando...

L’urna con le ossa di Santa Rosalia

Fra qualche giorno ricorrerà il 397° festino della nostra amatissima patrona Santa Rosalia, ma anche quest’anno ci toccherà rinunciare alla sfilata del carro trionfale...

Rosalia Sinibaldi “la Santuzza”, Signora di Palermo

Rosalia Sinibaldi non è soltanto un’immagine ritratta in uno dei quadri presenti all’interno della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis, né una rappresentazione lapidea che...