Pasta fresca all’uovo

Autore:

Categoria:

La pasta in Sicilia ha origini antichissime, risalenti al medioevo, ed è sempre stato l’alimento principale per ogni famiglia, da sempre il cibo della tradizione. Ogni mamma preparava per la sua famiglia la pasta in casa, tanta quanta ne poteva cucinare per qualche giorno. Oggi con i frigoriferi possiamo tenerla qualche giorno in più ma sempre per un tempo limitato.
La sfoglia tirata a mano ha infatti un sapore senza tempo, genuino, romantico capace di trattenere i sughi per la sua porosità e di  regalare al palato un gusto unico.
Tagliatelle, lasagne, maccheroni, busiate, vermicelli, ravioli, qualsiasi forma desiderate è sempre un grande successo in tavola.

Ingredienti

  • 400 gr di farina di grano tenero 00 o di grano duro
  • 4 uova
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiaini di d’olio extravergine di oliva (facoltativo)Su un piano di lavoro versate a fontana la farina, al centro mettete le uova, l’olio e il sale. Mescolate bene  con un movimento circolare e lavorate con le mani per ottenere un composto omogeneo, liscio ed elastico. Lavorate la pasta per almeno 10 minuti, sbattendola spesso sulla spianatoia.Formate una palla con l’impasto e fatela riposare  per almeno 20 minuti, coperta da pellicola per alimenti. Trascorso il tempo di riposo l’impasto è pronto.  Per stendere la pasta servitevi di un mattarello grande o di una macchinetta per la pasta. Infarinate la sfoglia ogni volta che ne avrete bisogno. Potete con questo impasto fare tutti i formati che desiderate.La pasta fresca  può essere conservata  per un paio di giorni in frigorifero

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

10,936FansLike
478FollowersSegui
553FollowersSegui
Redazione
Redazione
Un gruppo di persone accomunate dalla passione per la Sicilia, ma sopratutto per Palermo, con la sua storia millenaria, la sua cultura unica e le sue molte, moltissime sfaccettature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

I tetti della Cattedrale di Palermo

Da una porta, all'interno della Cattedrale di Palermo, si accede ad una scala  un po' scialba, come di una vecchia casa, che ti immette...

Quando nacquero i primi giornali a Palermo?

Il primo numero del Giornale di Sicilia fu pubblicato il 7 giugno 1860 con la testata “Giornale Officiale di Sicilia” sotto la direzione di...

Il Santo Nero patrono di Palermo

Benedetto da San Fratello, noto soprattutto come San Benedetto il Moro, è uno dei patroni della città di Palermo. Ecco la sua storia straordinaria. Percorrendo...

Monte Pellegrino

Ho voluto iniziare la descrizione del monte Pellegrino con queste belle parole tratte dal libro "Viaggio in Sicilia" di Bernard Berenson del 1957, perché...

La scuola di una volta

Chiariamo subito che non si tratta degli anni 30 o 40, quando ancora si usavano penna e calamaio, anche se i banchi della scuola...

Il prezioso archivio dell’Architetto Salvatore Cardella

È in fase di riordino un prezioso fondo privato di notevole valore storico artistico: l’archivio del Prof. Arch. Salvatore Cardella (Caltanissetta 24/06/1896 – Palermo...