Spaghetti alla chitarra con funghi e prezzemolo

Un primo piatto semplice e gustoso, da preparare in poco tempo e dal profumo inconfondibile

Autore:

Categoria:

Gli spaghetti alla chitarra con funghi  e prezzemolo sono un primo piatto semplicissimo, fatto con pochissimi ingredienti e adatto in ogni occasione, dal pranzo domenicale alla spaghettata tra amici. Un piatto buono e profumato tipico del periodo autunnale. In Sicilia troverete tante varietà di funghi e potete usarli tutti a vostra scelta, i porcini sono i più profumati, ma potete tranquillamente spaziare con ciò che vi piace e che avete a disposizione.

  • 350 gr di spaghetti alla chitarra o spaghetti quadrati (trafilati al bronzo)
  • 450 gr di funghi
  • 4 spicchi d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • prezzemolo fresco
  • sale
  • pepe nero

Affettate i funghi ben lavati, tritate il prezzemolo, sbucciate gli spicchi d’aglio.
In una grande padella mettete a rosolare l’aglio in abbondante olio, aggiungete i funghi, salate, pepate e copriteli con un coperchio. Lasciate cucinare i funghi per circa 5 minuti e a cottura ultimata aggiungete il prezzemolo fresco.

In abbondante acqua cucinate gli spaghetti e quando saranno al dente scolateli e versateli in padella con i funghi. Mantecarli a lungo con i funghi e un po’ d’acqua di cottura, in modo da ottenere una emulsione saporita e densa ma non oleosa, aggiungendo del pepe nero macinato fresco.

Servite i vostri spaghetti decorando con ciuffetti di prezzemolo

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Rimani aggiornato con la cultura...

12,125FansLike
478FollowersSegui
567FollowersSegui
Serafina Stanzione
Serafina Stanzione
Staff member. Redattrice, responsabile e curatrice della sezione dedicata agli Eventi a Palermo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare anche...

Emergenza freddo! Attivo nuovo numero telefonico per aiutare i senzatetto della città

Emergenza freddo! Per i cittadini che volessero segnalare la presenza di persone senza dimora che necessitano di assistenza, è sempre attivo h24 il numero della...

Caponata di carciofi

I carciofi sono ortaggi molto apprezzati e usati nella cucina siciliana. La Caponata di carciofi è una variante invernale della conosciutissima Caponata di melanzane...

La Chimica Arenella, storia di un’eccellenza perduta

Il nome di Chimica Arenella forse non dirà niente ai più giovani, mentre qualcuno forse ne ricorderà le vicende passate, purtroppo molto spesso costituite...

La chiesa nascosta sotto la Cappella Palatina

Dentro il Palazzo dei Normanni, fiore all’occhiello di Palermo, si trova la semi sconosciuta Chiesa di Santa Maria delle Grazie, spesso impropriamente scambiata per...

Cassata siciliana al forno

La cassata siciliana al forno è un dolce buonissimo di pasta frolla che racchiude un ripieno cremoso di ricotta di pecora e gocce di cioccolato fondente, una variante della...

Da dove viene il termine Locco?

Dopo aver analizzato le origini del termine Babbasone, andiamo a ricercare le origini di un altro aggettivo molto popolare a Palermo. Locco è un...